Mazzarri: "Contro il Milan ci servirà il miglior Belotti che abbiamo"

Il tecnico del Milan Gennaro Gattuso- Reuters

Walter Mazzarri ha presentato in conferenza stampa il match contro i rossoneri, con i granata reduci da un deludente pareggio con il Chievo: "Mi è piaciuta la nostra autorevolezza nel voler fare la partita, ma ci è mancata cattiveria e lucidità sotto porta". Altrimenti no. Quando sono arrivato si giocava 4-3-3. "Non sono d'accordo, è un giocatore affidabile". A meno che Niang non riesca a mettersi in mostra nel Mondiale in Russia che giocherà con la maglia del Senegal (sarà uno dei soli tre giocatori che potranno rappresentare il Toro nella prestigiosa manifestazione, gli altri due saranno Adem Ljajic con la Serbia e JoelObi con la Nigeria). Contro il Milan servirà il miglior Belotti. Belotti? Ha avuto dei picchi, gare buone e altre meno buone. Il club russo, che aveva avanzato anche un'offerta per AdemLjajic, è tornato a chiedere informazioni per Niang, nel frattempo il suo procuratore, MinoRaiola, ha iniziato ad attivarsi per cercare una squadra al suo assistito nel campionato francese, dove con la maglia del Caen prima e del Montpellier poi, l'attaccante si è già espresso ad alti livelli. Spero che domani faccia una gara all'altezza, al di là del gol.

Sulla formazione di domani: "N'Koulou sta bene, è in grado di giocare". Se dovesse dipendere da noi, non dovremo avere nessuno scrupolo di coscienza. Io ho visto il Milan con il Napoli, mi ha impressionato. "Hanno giocato alla pari". Non chiamo il presidente in chiave mercato. Do per scontato che, per continuare a crescere, servirà fare un mercato intelligente, sempre su certe basi.

Su Sirigu: "E' un portiere di grande affidabilità da sempre".

Sui problemi in fase offensiva: "Dobbiamo essere più cinici in area di rigore, ripeto". E' anche un momento... sto lavorando sulla crescita, oggi la squadra ha un'identità precisa. "Poteva e doveva essere la quarta vittoria". "E' uno dei giocatori più importanti del Torino". Infine su Iago Falque, apparso stanco nelle ultime uscite: "È il migliore giocatore per rendimento, difficile rinunciare a lui". Ci sta che in qualche partita renda un po' meno. Questa volta ad accogliere a rivitalizzare Niang potrebbe però essere il Nizza, società che negli ultimi anni ha già fatto tornare in auge il nome di un altro calciatore della scuderia di Raiola: Mario Balotelli.

Correlati:

Commenti


Altre notizie