Lazio-Roma, identificati 13 tifosi laziali con spranghe e bastoni

Curva Sud

Pochissimi gli episodi che hanno richiesto l'intervento delle forze dell'ordine. S.A., insieme ad altri supporters, aveva provato, all'altezza del Lungotevere Maresciallo Diaz, a sottrarre il portafogli ad un venditore ambulante, portandogli via un ingente quantitativo di caffè borghetti. Alle 20 la strada è stata riaperta e i tifosi hanno cominciato a raggiungere l'interno dello stadio. I tifosi sono fermi.

Da quanto si apprende da un comunicato della questura di Roma sono state 13 le persone fermate prima del derby, la cui posizione è al vaglio: "A seguito di una segnalazione relativa a dei tifosi laziali in possesso di strumenti atti ad offendere, agenti della Polizia di Stato hanno proceduto al loro controllo ed ora la loro posizione è al vaglio". Una parte del materiale segnalato è stato rinvenuto e sequestrato nei pressi del parcheggio della Stadio Flaminio.

L'espisodio più increscioso si è verificato a Ponte Milvio, dove alcuni supporter laziali hanno intonato toni antisemiti per "sbeffeggiare" i romanisti.

Qualcun altro ci ha rivisto l'installazione che accoglie gli automobilisti in ingresso a Roma all'inizio del tratto urbano dell'A24. Il responsabile della comunicazione biancoceleste, Stefano De Martino, intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, spende parole importanti sull'affetto della Curva Nord: "La Curva Nord sta preparando la coreografia per il derby di domani". Nelle nostre trasferte europee, anche durante gli incontri UEFA, sono sempre arrivati complimenti per come la nostra tifoseria ha fronteggiato le varie gare europee e per l'organizzazione messa in mostra dai nostri sostenitori.

Correlati:

Commenti


Altre notizie