Alfie Evans: per i giudici farlo morire è nel suo "miglior interesse"

Alfie Evans, Corte d'appello inglese respinge il ricorso dei genitori

Il nuovo ricorso riguarda nello specifico la richiesta della famiglia di trasferire Alfie al Bambino Gesù di Roma, che si è già dichiarato disposto a continuare ad assisterlo.

La decisione conferma l'ok alla procedura di distacco del bambino dai macchinari che lo tengono in vita. I genitori hanno aperto diverse pagine Facebook e dato il via a una raccolta fondi.

I genitori di Alfie non hanno però perso tutte le speranze, commenta ancora Filippo Vari, perché "ci sono ancora una serie di strumenti legali". Ora i genitori hanno a disposizione 24 ore per chiedere il permesso direttamente alla corte. A invocarli è stato il Papa, al termine della recita del Regina Coeli, la preghiera mariana che sostituisce l'Angelus nel Tempo di Pasqua. "Sono situazioni delicate - ha detto il Pontefice - molto dolorose e complesse". Preghiamo perché ogni malato sia sempre rispettato nella sua dignità e curato in modo adatto alla sua condizione, con l'apporto concorde dei familiari, dei medici e degli altri operatori sanitari. Il 4 aprile scorso il Papa in un tweet aveva chiesto di fare "tutto il necessario per continuare ad accompagnare con compassione il piccolo Alfie Evans" e di ascoltare "la profonda sofferenza dei suoi genitori". L'Alta Corte di Londra ha autorizzato a staccare la spina che tiene in vita il bimbo contro la volontà dei genitori, che vorrebbero trasferirlo al Bambin Gesù di Roma. Alfie il prossimo 9 maggio, se lasciato vivere, compirà 2 anni.

Correlati:

Commenti


Altre notizie