Varese, sequestrano un agente immobiliare: arrestate tre persone

Agente immobiliare truffa i clienti, loro lo sequestrano in un furgone: tre arresti a Saronno

Un agente immobiliare di 36 anni è stato sequestrato per alcuni minuti da un uomo di 58 anni e dai suoi due figli. La vittima è un agente immobiliare di Paderno Dugnano 35enne, a sua volta denunciato per truffa ai danni degli arrestati.

La donna non ha esitato a chiamare i Carabinieri di Paderno Dugnano che, con il supporto dei colleghi di Desio e di Saronno, si sono presentati nel luogo prestabilito per la consegna del danaro, insieme alla moglie del sequestrato. Infatti il movente che avrebbe spinto padre e figli a sequestrare il 35enne sarebbe stata una presunta truffa architettata dal professionista. I carabinieri hanno poi recuperato gli effetti personali dell'uomo sequestrato, cellulare, portafoglio e fede nuziale, che i malviventi avevano nascosto in una busta di plastica. Praticamente, era riuscito ad ottenere da loro 450 euro di caparra, senza però procurare loro la casa in affitto, come invece era stato definito dagli accordi. Hanno poi chiamato la moglie minacciandola di non farle rivedere più il marito. D'intesa con i carabinieri di Paderno Dugnano (Milano), la donna avrebbe risposto alle telefonate dei sequestratori del marito i quali le avrebbero chiesto denaro per la sua liberazione.

Il blitz delle forze dell'ordine è scattato giovedì, all'esterno della stazione ferroviaria di Saronno.

Alla fine tutti e quattro sono finiti nei guai con la giustizia: i tre rapitori, arrestati in flagranza per sequestro di persona finalizzato all'esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza, sono stati posti agli arresti domiciliari in attesa di comparire dinnanzi al Tribunale di Busto Arsizio. Per lui, al momento, è scattata una denuncia a piede libero per truffa. Nei suoi confronti, le indagini proseguiranno nei prossimi giorni, perchè i carabinieri sospettano che abbia truffato altre persone, sempre con lo stesso metodo.

Nel veicolo i militari hanno trovato tutti i documenti della vittima, le chiavi della sua auto e un foglio - creato per "nascondere" il rapimento - in cui dichiarava di aver venduto la macchina proprio al 26enne in cambio di 450 euro.

Correlati:

Commenti


Altre notizie