Serie A, 32esima giornata: le formazioni ufficiali di Atalanta-Inter

Inter, Spalletti:

Atalanta-Inter ore 20.45 è il posticipo della 32^ giornata. Solo cinque match su 113 tra le due formazioni nerazzurre sono terminati 0-0, l'ultimo appunto nel marzo 2012 a Milano. Poi nella ripresa, quando i bergamaschi sono calati, l'Inter non ha avuto la forza di trovare quell'acuto vincente che avrebbe significato tantissimo: c'è andato vicinissimo Rafinha Alcântara, ma il suo sinistro è finito alto non di poco per una delle tante opportunità buttate al vento in queste ultime tre partite. Il segno 1 che indica naturalmente una vittoria casalinga dell'Atalanta infatti pagherebbe 2,70 volte la posta in palio, mentre la quota è inferiore ma davvero di pochissimo per la vittoria esterna dell'Inter, visto che il segno 2 raggiunge la quota di 2,65.

Meglio quando tra le fila dell'Atalanta entra Cornelius.

L'Inter prende lentamente le misure, complice il passaggio al 3-4-1-2 con Rafinha tra le linee e proprio il brasiliano sarà il migliore degli ospiti nella prima parte di partita, anche se le occasioni migliori capitano a Perisic, sciagurato nello sprecare due volte a tu per tu con Berisha. Gol buttato dal brasiliano, nella sua ultima giocata perché poi Spalletti lo toglie per far posto a Éder, invisibile se non fosse per una bella punizione dai venticinque metri all'80' ben respinta da Berisha. Nel primo tempo non ci siamo riusciti, siamo stati un po' troppo sporchi nella palla recuperata. Le reti, però, restano inviolate.

Sono appena state comunicate le formazioni ufficiali di Atalanta-Inter, partita che andrà in scena a partire dalle ore 20.45 per la 32a giornata.

La sua Inter non segna più. Nel finale l'Atalanta è alle corde, con l'Inter che spinge sull'acceleratore. A questo punto la squadra di Spalletti deve sperare che Roma e Lazio non si allontanino con una vittoria nel derby di domani. Miranda esordì in Serie A contro l'Atalanta, nell'agosto 2015.

5° Gol divorato dal Papu Gomez a due passi da Handanovic.

Inter che arriva dalla sconfitta contro il Torino degli ex Mazzarri e Ljaic.

Correlati:

Commenti


Altre notizie