GP Cina 2018 - Verstappen e Ricciardo: "Soddisfatti, puntiamo al podio"

F1 GP Cina Ricciardo fa il dragone e trionfa

Attenzione alla variabile impazzita Verstappen che nel 2019 non si muoverà dalla Red Bull. In caso di mancata competitività della vettura nel 2020, l'olandese potrebbe cambiare squadra alimentando ulteriormente un mercato dei piloti sempre prodigo di novità e appassionante per i tifosi.

"Volevo fare di meglio", ha detto invece Raikkonen, che non riesce a partirte dal primo posto in griglia, nonostante la potenza della Ferrari attuale.

A quel punto le monoposto disegnate da Adrian Newey hanno avuto un ritmo indiavolato superando con relativa facilità tutti i rivali. Gara diametralmente opposta per i due grandi rivali Hamilton e Vettel: l'inglese, apparso spento, chiude al quarto posto dopo una gara anonima mentre il tedesco subisce la scorrettezza di Verstappen che, con un'entrata kamikaze, rovina la gara del leader condannandolo all'ottava posizione.

Max nel finale poteva chiudere secondo in pista, ma visto la penalizzazione ha evitato di attaccare Bottas e Raikkonen che lottavano per il secondo posto.

Secondo Bottas, che aveva già passato Seb in fase di pit stop. Verstappen ha provato a superare Hamilton che lo ha fatto uscire di pista e perdere una posizione a favore di Ricciardo.

L'operazione è perfettamente riuscita per tre motivi.

Vettel nel finale superato anche da Alonso probabilmente a causa di alcuni danni riportati dalla sua Ferrari nel contatto con Verstappen.

Ricciardo vince, Vettel penalizzato da Verstappen.

L'australiano Daniel Ricciardo, su Red Bull, ha vinto il Gp della Cina, terza prova del Mondiale 2018 di Formula 1.

Dal canto suo, il pilota della Mercedes ha dichiarato di non essere stato influenzato dai suggerimenti relativi a una guida più aggressiva, ma anzi ha commentato: "Ho rivisto tutto e se potessi rivivere la situazione, non farei nulla di diverso: sto bene e le persone possono dire quello che vogliono".

46° L'olandese scavalca Hamilton e si prende la quarta posizione, ma ha la penalità da scontare. Il finlandese alza il piede e viene infilato da Bottas. E al 40esimo giro Ricciardo piazza una staccata paurosa e sorpassa Hamilton prendendosi la terza posizione e lanciandosi all'inseguimento di Vettel. Bottas quindi sempre in testa su Vettel, terzo Hamilton, quarto Verstappen con gomma nuova e gialla, quinto Raikkonen, sesto Ricciardo anche lui come il compagno.

A 10 giri dal via immutate le prime 5 posizioni con Vettel che mantiene la prima posizione con circa 3 secondi di vantaggio su Bottas.

Correlati:

Commenti


Altre notizie