Bambina muore travolta da un'auto, grave la mamma. Il luogo della tragedia

Pistoia tragico incidente travolte mamma e figlia muore bimba di tre anni   
                       
                
         Oggi alle 08:44

La madre, trasportata in codice rosso al San Jacopo di Pistoia e operata per varie lesioni interne e fratture riportate e ricoverata in prognosi riservata. "A quanto riferiscono in Italia ci sono due centri che possono eseguire il suddetto intervento ma la realtà è che uno dei due centri da loro indicati sia il nostro ospedale, da cui per altro è partita la richiesta di cure all'estero quindi di per se un controsenso e l'altro ospedale si trova in un'altra regione e in ogni caso dovrebbe riprendere da zero il caso di Isaac per poter concretamente valutare il tutto, è un ospedale valido ma che non esegue questi specifici interventi come routine, al contrario del centro specializzato in Svizzera che è il centro di riferimento europeo e uno de centri d'eccellenza a livello mondiale per le problematiche del nostro piccolo eroe". Sul gruppo "Sei un vero uzzanese se..." diversi i commenti, e c'è anche chi non va per le sottili: "Non ho parole! - scrive Betty - sono nel cuore a quella famiglia!"

Una bimba ha perso la vita mentre la mamma è rimasta gravemente ferita.

Una bambina di tre anni e mezzo è morta dopo essere stata investita la sera di sabato 14 aprile, poco dopo le 20.30, da un'auto a Uzzano, in provincia di Pistoia. Il triste fatto di cronaca è accaduto nella serata di ieri in Toscana.

Madre e figlia di tre anni che mentre attraversavano la strada sono state investite da un'auto, una Panda. "In quel frangente e sopraggiunta una Chevrolet Cruze guidata da un 23enne che, per cause in corso di accertamento, ha tamponato violentemente la Panda che, spinta in avanti, ha travolto madre e figlia". Con la piccola c'era la madre, una donna di quarantadue anni di Montecatini che è rimasta ferita in modo grave. I carabinieri della stazione di Pescia stanno cercando di capire chi ha commesso l'errore, se l'anziano che ha frenato forse in maniera troppo brusca, se il giovane che giungeva a velocità elevata e non si attendeva l'arresto dell'auto davanti a se, o se la famiglia, che ha attraversato in punto pericoloso.

Correlati:

Commenti


Altre notizie