Atalanta, Gasperini sull'Europa League: "Battere l'Inter ci aiuterebbe molto"

Atalanta, la conferenza stampa di Gian Piero Gasperini

Complici le assenze di Spinazzola, Ilicic e Petagna mister Gasperini ha deciso di convocare tanti giovani provenienti dalla Primavera. O uno dei due o anche insieme, con Gomez. Globalmente il risultato ci può stare, magari andando in vantaggio noi avrebbe preso un'altra piega ma non si può sapere. Abbiamo raggiunto una maggiore maturità rispetto al passato e acquisito consapevolezza: "finora siamo sempre stati solidi, restando sempre in partita".

ATALANTA (3-5-2): Berisha 6,5; Masiello 6,5, Caldara 6, Toloi 6; Cristante 6 (Mancini s.v.), Gosens 6 (Castagne s.v.), Freuler 6, De Roon 6, Hateboer 6,5; Gomez 6, Barrow 6,5 (Cornelius 5,5).

E allora bisogna che, una volta per tutte, chi di dovere decida se l'Atalanta debba essere una squadra in grado di presentarsi, "a regime", ai nastri di partenza del campionato con le ambizioni da grande, oppure se quanto abbiamo vissuto in questi due anni sia stata semplicemente una situazione estemporanea, un sogno ed ora occorra rientrare nella normalità. Nel girone di andata sembrava potesse lottare per lo scudetto, ma Spalletti sta comunque svolgendo un ottimo lavoro.

EUROPA LEAGUE - "Pareggio che rallenta la corsa per l'Europa League?" Magari stiamo pagando qualche infortunio, che in questo momento della stagione tra recupero e infrasettimanale può far perdere ai singoli sei partite di fila. La testa del tecnico è però unicamente rivolta alla sua Atalanta, tra problemi di formazione e necessità dei tre punti, come spiega in conferenza stampa: "Affronteremo una squadra forte, molto solida, che perde poco e sta facendo un ottimo campionato". Oltretutto con le big, in casa nostra, ci manca ancora una vittoria che, invece, abbiamo trovato all'Olimpico contro la Roma. A livello di prestazioni non siamo mai mancati, nemmeno sul campo della Spal, pur prendendo una buca con la Sampdoria.

Correlati:

Commenti


Altre notizie