Siria, Putin: 'Attacco è un'atto di aggressione'

Perché stavolta Putin non potrà stare a guardare

Per ora si è trattato di una 'one night operation', un'operazione unica durata poco più di un'ora, nel corso della quale sono stati colpiti principalmente tre obiettivi, come ha spiegato il Pentagono: un centro di ricerca scientifica a Damasco, un sito di stoccaggio per armi chimiche a ovest della città di Homs e un importante posto di comando situato nei pressi del secondo obiettivo. A una settimana dal presunto attacco chimico alla città siriana di Duma, ha ordinato la rappresaglia in Siria in stretto coordinamento con Londra e Parigi. Gli attacchi sono stati effettuati da due navi della Marina degli Stati Uniti dal Mar Rosso, un gruppo aereo tattico sul Mediterraneo e bombardieri strategici statunitensi B-1B nell'area di Al-Tanf, ha aggiunto il ministero. "E se Assad e i suoi generali assassini dovessero perpetrare un altro attacco con armi chimiche, dovranno rispondere ancora di più alle loro responsabilità".

"Gli Usa e i loro alleati hanno colpito obiettivi militari e civili in Siria in violazione della carta Onu e del diritto internazionale". L'impressione di molti osservatori però è che gli obiettivi da colpire siano stati condivisi con Mosca, non fosse altro che per evitare incidenti e non colpire personale o postazioni russe in Siria.

"L'attacco di stamane sulla Siria è un crimine". E ha aggiunto che l'operazione in Siria è stata "legittima, limitata e proporzionata". Il Ministero della Difesa ha riferito che il 14 aprile dalle 3.42 alle 5.10 gli aerei americani, in collaborazione con le forze aeree di Gran Bretagna e Francia, hanno bombardato le strutture militari e le infrastrutture civili della Siria.

La Russia "condanna nel modo più fermo l'attacco sulla Siria, dove militari russi aiutano il governo legittimo nella sua lotta contro il terrorismo" afferma un comunicato diffuso dalle agenzie russe, che aggiunge che "l'escalation in Siria ha un impatto distruttivo sull'intero sistema delle relazioni iinternazionali". La tv di Stato ha trasmesso in diretta le immagini di una folla di civili mescolata agli uomini un uniforme. Questo il commento di una fonte politica israeliana. Lo sostiene il ministero della Difesa russo.

Il portavoce del ministro degli Esteri Zakharova ha commentato così: "Gli Stati Uniti hanno sferrato un attacco proprio quando il paese aveva una concreta possiblità di pace". Mosca dispone di una base navale a Tartus e di una base aerea a Hmeimim.

Correlati:

Commenti


Altre notizie