Real Madrid, Zidane sbotta: "Furto? Sono indignato. Era rigore"

Real con la Champions cambia il futuro di un obiettivo Juve

E per una volta - lui sempre pacato davanti ai microfoni - si scalda.

"E' una vergogna che si parli di furto". Ma a tenere banco, ovviamente, è sulla Champions: il passaggio del turno e il sorteggo con il Bayern.

Nonostante la qualificazione in tasca, quanto detto nel post-partita di Real Madrid-Juventus e quanto letto sui giornali non ha lasciato indifferente l'ambiente madridista. Abbiamo meritato senza dubbio di passare. "E questo dà fastidio e fa soffrire tanta gente". "Esistono gli antimadridisti e questo non cambierà mai". Mi delude quando dicono che siamo passati grazie all'arbitro. "Anche se la Juve ha fatto una buona partita, ma noi siamo in semifinale". Quello che è successo in questi tre giorni è assurdo e incredibile. "Quello che ha detto ormai non si può cambiare". Ma noi abbiamo meritato di passare, questo è quello che mi interessa. La gente può pensare quello che vuole e decidere che sia rigore o meno ma parlare di furto non è accettabile. "Non mi riferisco al rigore, e' una questione di interpretazione, per me lo era e l'arbitro lo ha fischiato, ma basta parlare di furto". Conosce il calcio spagnolo come le sue tasche e soprattutto il Real.

Correlati:

Commenti


Altre notizie