Chiesa: "Con la Spal è una finale"

Chiesa: “Spal? Sarà determinante, ma non pensiamo all'Europa. L'affetto dei tifosi…”

Come tutti sanno il classe 1967 di Firenze, che dal 2011 al 2014 ha allenato la Primavera viola, sente in modo particolare il match del "Franchi". La Spal ci presenterà dei rischi, è una squadra in salute, tiene bene il campo e costruisce. Non vedo però rischi di superficialità da parte dei miei: siamo consapevoli di questo momento e siamo attaccati alle nostre idee e al nostro spirito. Ai già infortunati Simic, Schiattarella, Grassi, Dramé si è aggiunto anche Kurtic, che ha appena avuto un problema al polpaccio.

TURNOVER - "Metterò in campo la squadra che ritengo migliore. Non ci permette quindi di fare turnover in vista del turno infrasettimanale: dobbiamo mantenere la nostra identità di gioco". Ma domani è una partita importantissima, è un'occasione per mostrare il nostro valore. Prima eravamo da buttare via in Europa, ora invece possiamo addirittura vincere anche la Champions. Nel calcio mai guardare troppo avanti, sognare è bello ma bisogna essere realisti. Chiedere alla Roma, artefice della rimonta sul Barcellona, che contro i viola ha perso per 2-0 in casa. Contro di noi sono stati anche sfortunati ma per farci gol doveva far qualcosa di grande. Il record storico di 8 vittorie consecutive e il mio centesimo successo in A? La squadra gioca con continuità, ha sempre provato a essere in gara dal 1′ al 95′. Alleno un gruppo forte e coeso, di responsabilità. Lavora due volte al giorno, vuole rimettersi a disposizione. Sarebbe tanta roba vederlo nelle ultime quattro gare di campionato, a partire dalla sfida col Napoli.

REAL MADRID-JUVENTUS - "Il rigore per il Real Madrid?" Non è colpa mia (ride ndr), fu lo zio, cioè il marito della sorella di mia moglie. Le parole di Buffon?

"E' difficile dare dei giudizi, bisogna trovarsi nelle situazioni".

Correlati:

Commenti


Altre notizie