Micheal Goolaerts, infarto prima della caduta

L’arrivo al velodromo

Domenica 8 aprile si è consumata una tragedia durante una delle gare classiche di ciclismo, ovvero la Parigi-Roubaix.

Goolaerts è riverso in terra, il gruppo prosegue verso il traguardo che è distante 125 chilometri.

L'infarto ha colpito lo sfortunato ciclista belga Michael Goolaerts prima della caudta. Subito soccorso, è stato trasportato in elicottero all'ospedale di Lille, dove è morto in serata in seguito appunto ad un arresto cardiaco.

Ma gli interrogativi in merito a questa morte improvvisa del belga 23enne rimangono e oggi il nostro commissario tecnico#davide cassani è intervenuto su 'Il Giornale' cercando di rispondere a dubbi e domande, che purtroppo rimarranno senza certezze. "Che triste notizia". Altri messaggi di cordoglio sui social sono stati postati anche da Philippe Gilbert, Fabian Cancellara, Nairo Quintana e da tanti altri personaggi.

Nel quadro dell'inchiesta nei prossimi giorni verrà praticata l'autopsia sul corpo dell'atleta, ma secondo quanto si riusciti ad appurare finora è stato l'arrestato cardiaco in corsa a provocare la caduta di Goolaerts, e non viceversa. Dopo l'accaduto alcuni agenti della Gendarmerie si erano recati sul bus della Vérandas Willems-Crelan, team del ciclista belga, "per verificare lo stato delle biciclette".

Correlati:

Commenti


Altre notizie