Exor, un 2017 super grazie a Fca

FCA ricavi e risultati positivi Marchionne sottolinea i target e la prosecuzione del piano

Lo ha affermato Sergio Marchionne, presidente e CEO della casa di Maranello, aprendo l'assemblea degli azionisti. Elkann ha ribadito, nella lettera agli azionisti di Exor, che il suo successore sarà scelto nella squadra oggi guidata da Marchionne.

Tra i candidati per il dopo Marchionne ci sono innanzitutto Alfredo Altavilla, responsabile Europa per Fca e il direttore finanziario Richard Palmer, inglese. Altri nomi sono quelli di Mike Manley, numero uno di Jeep dal 2015 e Pietro Gorlier, torinese, che gestisce a livello mondiale i marchi Mopar e Magneti Marelli. Dovrebbe quindi realizzarsi un processo simile a quello di Cnh Industrial, ma solamente a giugno, in occasione della presentazione del nuovo piano industriale, saranno forniti maggiori dettagli. Nello stesso luogo sono convocate, sempre domani, le assemblee di Cnh Industrial e Ferrari. I principali beneficiari di questa crescita sono i giocatori: "il valore complessivo dei trasferimenti nell'anno 2017 è stato circa 5,6 miliardi di euro, il 12,6% del quali incassato dai procuratori". Come accade a molti dei nostri pari, le nostre azioni continuano a essere scambiate a sconto: "ciò significa che quando comprate Exor, in effetti state ricevendo Partner Re gratis", spiega Elkann. La "Juventus - ha infatti ricordato ancora Elkann - ha anche vinto le ultime tre Coppe Italia ed è arrivata per la seconda volta in tre anni in finale di Champions League". "I dati ci dicono che le holding diversificate comparabili a Exor sono state un buon investimento".

Anche le macchine agricole e industriali di Chn avranno un nuovo capoazienda e anche su questo fronte Sergio Marchionne sarà protagonista.

"Il merito della fortissima performance del 2017 appartiene tutto a Fca e in particolare alla guida di Sergio: ha la capacità, che io ammiro molto, di guardare in faccia alla realtà e di essere determinante nel mettere in atto le decisioni che riflettono questa realtà".

"La Juventus ha vissuto l'anno più significativo della sua storia: conquistando il sesto scudetto consecutivo, ha superato la più grande Juventus di tutti i tempi, che nel quinquennio degli anni 30 ne vinse cinque di seguito. Stessa situazione che si è determinata anche sui volumi produttivi di Alfa Romeo Giulia: l'effetto sull'occupazione non va nella direzione che tutti auspicavamo con il completamento del piano 2014-2018, cioè l'azzeramento dell'uso degli ammortizzatori sociali negli stabilimenti italiani".

Correlati:

Commenti


Altre notizie