AGCM: Wind Tre multata per 4,25 milioni di Euro per pubblicità ingannevole

Informazioni ingannevoli sulla fibra, Antitrust multa Wind Tre con 4,2 milioni

Non c'è pace per gli operatori telefonici che, senza soluzione di continuità e a turno, finiscono al centro del provvedimento di Antitrust e Agcom. E in base ai poteri di cui dispone, irroga multa ai gestori telefonici.

AGCM: super sanzione da 4,25 mln a Wind Tre S.p.A Per informazioni ingannevoli e omissive su fibra ottca 13 aprile 2018 - L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, nella sua adunanza del 28 marzo 2018, ha sanzionato per una pratica commerciale scorretta Wind Tre S.p.A., per un ammontare complessivo di 4.250.000 euro.

In pratica non fa fornito ai consumatori le informazioni sui costi del traffico mobile extrasoglia una volta esauriti i GB inclusi nell'offerta. Questa decisione va tra l'altro in scia con i recenti provvedimenti adottati dalla stessa Autorità nei confronti di altri gestori.

Per l'AGCM, dunque, questa condotta omissiva ed ingannevole portava il consumatore a non essere in grado di individuare le diverse tipologie di offerte a fronte dell'utilizzo del solo termine "fibra".

"L'assenza di un'informazione chiara su tali profili impedisce al consumatore di prendere una decisione consapevole sull'acquisto dell'offerta in fibra" continua la nota.

Un comportamento, quello di Wind Tre, aggravato "dall'importanza del settore economico interessato, caratterizzato da modelli di consumo ed esigenze degli utenti che stanno mutando radicalmente a fronte di una crescente offerta di servizi digitali", ha concluso l'Antitrust.

Correlati:

Commenti


Altre notizie