Scossa di magnitudo 4.6 nel centro Italia

Terremoto, scossa di 4,6 gradi nelle Marche

Secondo l'INGV, sono state due le scosse con magnitudo 3.5, mentre le altre sono comprese da 2 a 2.6.

Intanto a Muccia, epicentro della scossa, è crollato il campanile seicentesco della piccola chiesa di Santa Maria Varano. Così a Skytg24 Mario Barone, sindaco di Muccia. Anche dopo il sisma di stamattina ci sono state molte repliche, tra cui due di magnitudo 3.5 alle 5 e 46 e alle 6 e 03. Ha spiegato Gentilucci: "Oggi chiudiamo le scuole". La sequenza si è gradualmente sviluppata, interessando un'ampia fascia dell'Appennino centrale, un'area di 1200 km2, estesa per circa 80 km in direzione NNW-SSE e larga circa 15-20 km, dalla provincia di Macerata, nelle Marche, alla provincia dell'Aquila, in Abruzzo.

TERREMOTO, I PRECEDENTI - La zona interessata dai terremoti di questi ultimi giorni si era attivata a fine ottobre 2016, tra il 26 e il 30 ottobre, quando sono avvenuti alcuni dei più forti eventi sismici della sequenza: quelli del 26 ottobre di magnitudo Mw 5.4 e magnitudo Mw 5.9 e quello di magnitudo Mw 6.5 del 30 ottobre 2016.

Nel Maceratese continuano le scosse di terremoto.

Massima allerta nelle Marche nella zona dove è stata registrata la scossa di terremoto. Il sisma è stato avvertito in quanto, come al solito in centro Italia, ha avuto un ipocentro sito ad appena 8Km sotto la superficie terrestre. I controlli su altri immobili sono ancora in atto e non si escludono altre evacuazioni.

È stata riattivata, dopo le verifiche sulla tenuta della linea, la tratta ferroviaria Civitanova Marche-Macerata, prontamente sospesa a scopo cautelativo. La ripresa della circolazione è prevista per le ore 9.

Anche a Camerino e nelle zone limitrofe le scosse sono state molto intense e si teme un ulteriore escalation dei fenomeni nelle prossime ore. Per constatarne l'entità bisognerà attendere il sopralluogo della Protezione Civile. Negli ultimi anni questo è diventato l'epicentro di terremoti distruttivi che sembravano essere passati ma nelle ultime settimane la paura è tornata. Questa mattina alle 5.11 si è registrata una scossa di terremoto di magnitudo 4,7. A Muccia, 920 abitanti di cui 550 sistemati nelle soluzioni abitative d'emergenza e solo 120-130 residenti in case agibili, le vibrazioni hanno fatto tremare le Sae con caduta di oggetti e persone che si sono riversate in strada.

Correlati:

Commenti


Altre notizie