Alle Molinette il primo trapianto di rene da donatore dializzato

Trapianto di rene a Torino da un donatore dializzato

Torino - Per la prima volta in Italia è stato effettuato con successo un trapianto di rene su una donna da un donatore dializzato.

I medici delle Molinette hanno valutato la possibilità di utilizzare questo rene per un trapianto sia con una biopsia renale che con una perfusione renale. Il paziente infatti colpito da una patologia congenita, nel suo decorso in rianimazione ha avuto un grave peggioramento delle funzioni renali, tanto che la loro funzione si è spenta completamente e ha necessitato di dialisi per diversi giorni. Grazie all'utilizzo della macchina, è stato possibile rivitalizzare i reni e rimetterli nella condizione di poter essere trapiantati. E' stata così effettuata prima una biopsia renale, e poi i reni sono stati inseriti in un dispositivo di perfusione in grado di migliorare la circolazione fino a rivitalizzarli. La coraggiosa operazione ha avuto successo: dopo 15 giorni di terapia intensiva la donna è stata dimessa dall'ospedale. È stata determinante l'esperienza nefrologica del Centro delle Molinette, diretto dal professor Luigi Biancone, che ha consentito di valutare come possibile il recupero di funzione dei reni una volta trapiantati. L'altro rene è stato tempestivamente inviato, grazie al Centro di Coordinamento regionale trapianti (diretto dal professor Antonio Amoroso) all'ospedale di Novara, dove è stato trapiantato anch'esso con successo.

"Dare l'ok al trapianto di quei reni è stato un atto corale di grande responsabilità medica".

Correlati:

Commenti


Altre notizie