Regione Lazio, Daniele Leodori rieletto Presidente del Consiglio

Il consiglio regionale del Lazio

Zingaretti, entrando in Aula ha salutato i neo consiglieri. Strette di mano con gli sfidanti alla presidenza Stefano Parisi e Roberta Lombardi. Soddisfatto su facebook il neoeletto: "Sono appena stato eletto Presidente del Consiglio Regionale del Lazio con 29 voti su 50 alla terza votazione (20 schede bianche e una nulla), 3 in più di quelli necessari".

I vice presidenti, come da tradizione, sono andati alle opposizioni.

"Oggi -prosegue Califano-, anche grazie al grande operato di Daniele Leodori siamo una Regione sana". Ventinove i voti ottenuti, su un totale di 50. Leodori ha infine poi auspicato che il Consiglio regionale "sia itinerante e possa riunirsi almeno una volta l'anno nelle province". "Saluto i colleghi che non sono stati eletti e indirizzo un in bocca al lupo a chi per la prima volta ha il privilegio di sedere in quest'Aula - ha aggiunto Leodori - Saluto le 16 consigliere elette, mai un numero di donne così alto".

Si tratta di una probabile spaccatura interna a Forza Italia, dove evidentemente non sono ancora stati raggiunti i giusti equilibri dopo il voto del 4 Marzo. "Adesso entriamo in una legislatura ancora piu' delicata, le nostre scelte saranno messe sotto osservazione, ma penso sia utile per attuare delle riforme". I lavori della seduta saranno sospesi dopo le comunicazioni del presidente del Consiglio regionale neoeletto e saranno ripresi alle ore 11 di mercoledì 11 aprile con le comunicazioni del presidente della Regione, Nicola Zingaretti, il quale comunicherà all'Aula l'avvenuta nomina della giunta, "unitamente al programma politico e amministrativo dell'esecutivo", così com'è stabilito dal comma 1 dell'articolo 42 dello Statuto della Regione Lazio.

Eletti anche i vice presidenti. I 5 Stelle hanno invece eletto Devid Porrello, come previsto, ma con 15 voti, cinque in più di quelli pentastellati. Due le schede bianche. "Ritengo che sia un percorso, un cammino - ha detto Leodori a tale proposito - che debba proseguire non per dare vita a una retorica cura dimagrante, ma perché credo che mettere l'istituzione sul fuso orario dei cittadini debba comprendere in prospettiva anche questo elemento".

Correlati:

Commenti


Altre notizie