Claudio Amendola a Verissimo: "A settembre ho avuto un infarto"

Claudio Amendola problemi di salute

Ricordando quei momenti drammatici Claudio afferma: "Grazie ad una infermiera caposala bravissima, che vedendomi ha capito subito la situazione, nel giro di sette minuti stavo sotto elettrocardiogramma e dopo un quarto d'ora dall'essermi sentito male ero nella 'sala rossa' dell'ospedale". Nonostante ciò, l'attore romano di 55 anni non ha mai avuto timore di complicanze. A confessarlo è stato lui stesso durante una puntata di Verissimo che andrà in onda sabato prossimo, 7 aprile 2017.

Le sue parole dopo l'infarto miocardico dello scorso mese di gennaio: "Non mi sono mai preoccupato di morire, non ho avuto il tempo di preoccuparmi, perché ho capito che nel reparto di Cardiochirurgia del Policlinico Umberto I ero in ottime mani e poi Francesca mi ha fatto ridere per un'ora".

"A settembre ho avuto un piccolo infarto, di quelli che è meglio correre all'ospedale".

Claudio Amendola si confessa. Una dichiarazione, che ovviamente ha lasciato tutti di stucco.

Per il contenuto: Claudio Amendola, ho avuto un infarto, ansa.it, 5 aprile 2018.

Ribadito che, come ha spiegato Amendola nel salotto di Silvia Toffanin, l'attore romano ha assicurato di non aver temuto di morire, tutto questo è destinato a restare un momento forte della sua esistenza. L'attore è stato ospite da Silvia Toffanin a Verissimo e qui ha raccontato di essere scampato ad un piccolo infarto. Se lo domanda il giornalista del Fatto Quotidiano Andrea Scanzi, che ha scritto in un potente editoriale: 'Amendola, bravo attore (Soldati - 365 giorni all'alba), regista sensibile (La mossa del pinguino) e colpevole interprete di uno spot odioso sulle scommesse, ha solo detto una cosa ovvia: Salvini è tanto respingente (per chi è di sinistra) quanto scaltro. Dopo quell'episodio, Claudio Amendola ha smesso di fumare, è dimagrito 12 chili e si sente più giovane.

Claudio è rimasto in ospedale una sola notte e il giorno dopo ha firmato per uscire.

Ora sta bene e definisce "meravigliosa" l'esperienza che ha avuto - ma anche "una secchiata d'acqua gelata" -, perchè gli ha permesso di "rendersi conto dei valori della vita e delle cose che hai".

Alla luce della brutta esperienza vissuta, Claudio Amendola conclude con un consiglio: "Il dottore mi ha detto che adesso non sono più a rischio, sto benissimo, ma la salute va coltivata".

Un nuovo stile di vita, per lui, che suggerisce anche ad altri: "Non fumate, mangiate meglio e muovetevi di più".

Correlati:

Commenti


Altre notizie