Cantone contro lo stipendio di Fabio Fazio: indaga la Corte dei Conti

Fabio Fazio'Dall'Anac nessuna bocciatura al mio compenso. Ecco la verit

L'Autorità anticorruzione guidata da Raffaele Cantone, come anticipato da La Repubblica, avrebbe infatti bocciato l'accordo tra il conduttore e l'azienda pubblica. Ma non basta. Cantone vorrebbe che a fare luce sui contratti milionari che da anni Fazio percepisce dalla Rai, contratti di cui non ha mai beneficiato nessuno ma che a Fazio grazie alle sue sponsorizzazioni politiche in buona parte riconducibili al Pd, alla sinistra radical-chic e a funzionari maneggioni e schierati della Rete televisiva nazionale, sono sempre state concesse.

Il contratto di Fabio Fazio con la Rai passa sotto il vaglio della Corte dei conti su richiesta dell'Anac. Le carte sono state passate alla Corte dei Conti, che se dovesse trovare irregolarità, potrebbe addirittura chiedere ai membri del consiglio di amministrazione di risponderne in solido.

Così si è scatenato dichiarando sul suo profilo Facebook: "La decisione del presidente dell'Anac Raffaele Cantone di denunciare alla Corte dei Conti il contratto milionario di Fabio Fazio, riportata su Repubblica, conferma non soltanto la fondatezza dell'esposto che ho presentato lo scorso anno, ma si spinge oltre chiedendo l'intervento dei giudici contabili".

Già nel settembre del 2017, Fabio Fazio aveva ribattuto alle polemiche affermando che sì, la sua paga sarebbe cresciuta considerevolmente, ma che il programma era interamente ripagato dalle pubblicità.

"E' opportuno che sulla vicenda - prosegue Anzaldi - ci sia massima trasparenza". "La delibera di cui ho preso visione non riguarda in alcun modo il mio stipendio", dice il conduttore di Che tempo che fa, programma che in termini d'ascolto non sta brillando. E' quanto sottolinea viale Mazzini in una nota. Altri protagonisti della serata saranno: il grande attore francese Alain Delon, per anni considerato uno degli uomini più belli del panorama cinematografico; il conduttore Massimiliano Pani, figlio della cantante Mina (che, proprio domenica, festeggerà il suo settantottesimo compleanno), che si è occupato della produzione dell'arrangiamento di Maeba, l'ultimo album della madre; l'atleta Sofia Goggia che ha conquisto la medaglia d'oro alle Olimpiadi invernali di Pyeongchang, ma anche durante la Coppa del Mondo e il Super G di Åre in Svezia e, infine, l'attore Enrico Brignano, impegnato nell'ultimo periodo con lo spettacolo Enricomincio da me Unplugged. "Rai - concludono da Viale Mazzini - ribadisce dunque la correttezza dei suoi comportamenti, caratterizzati da lealtà e spirito di collaborazione riconosciuti dalla stessa Anac, e di aver portato avanti principi di corretta gestione finanziaria nel pieno compimento della sua missione di servizio pubblico".

Correlati:

Commenti


Altre notizie