La discarica abusiva è in un'area archeologica: a gestirla un Casamonica

Incendio sulla 125 in fiamme una discarica abusiva

I militari, in collaborazione con personale dell'Arpae di Faenza, considerato il pericolo che poteva scaturire per l'ambiente circostante e per la salute pubblica, sono intervenuti per rilevare la natura e la reale consistenza del deposito: le carcasse di veicoli non bonificati erano appoggiate direttamente sul suolo, senza alcuna precauzione contro le infiltrazioni.

La Polizia municipale di Catania ha sequestrato in via Mulino a vento un'area, considerata riserva naturale per la presenza di una timpa, colma di circa 350 metri cubi di rifiuti in matrice compatta (eternit), materiale derivato da lavori edili e per il pascolo di capre e galline. All'interno c'erano anche un capannone e roulotte dove vivevano due romeni.

I Carabinieri, dopo avere approfondito gli accertamenti, hanno deferito alla Procura della Repubblica anche un appartenente alla famiglia Casamonica. Secondo i carabinieri l'uomo della famiglia Casamonica, ritenuto responsabile di invasione di terreni ed edifici, avrebbe consentito ai due romeni di alloggiare, dietro corrispettivo in denaro e prestazione d'opera, nella roulotte, fornendo a questi ultimi energia elettrica proveniente da un contatore, manomesso, installato in una vicina proprietà riconducibile alla famiglia. Inoltre, ha autorizzato allo sversamento dei rifiuti all'interno dell'area il cittadino bosniaco, con il quale dovrà rispondere in concorso del reato di "gestione illecita di rifiuti e di altre violazioni in materia paesaggistica e ambientale, per avere effettuato le operazioni di sversamento ed allestito una discarica senza le previste autorizzazioni".

In relazione al sequestro è stata data comunicazione anche al Dipartimento Patrimonio - Sviluppo e valorizzazione del Comune di Roma Capitale quale ente proprietario dell'intera area al fine di intraprendere tutte le iniziative volte al rientro in possesso della citata area, al ripristino dello stato dei luoghi ed alla rimozione dei rifiuti ai sensi dell'art.

Correlati:

Commenti


Altre notizie