Lazio, Diaconale sbotta contro la Var: "Ad oggi il campionato è falsato"

Lazio, Diaconale: “Campionato falsato, evidente malanimo degli arbitri nei nostri confronti”

Siamo amareggiati, delusi e stanchi.

E poi ancora il penalty non concesso con il Torino per un fallo di mano di Iago Falque (con Immobile espulso subito dopo per un fallo di reazione su Burdisso), il gol di Cutrone di mano a San Siro, l'intervento scomposto di Benatia su Leiva nel match di ritorno con la Juve di una settimana fa.

FLESSIONE - "Tra novembre e dicembre siamo stati penalizzati in modo evidente". C'è chi sbaglia ripetutamente senza mai pagare. E' evidente il malanimo della classe arbitrale nei nostri confronti, sono troppi gli errori commessi dagli arbitri che stanno minando l'ottimo cammino della squadra in Serie A. Ieri a Cagliari sono stati usati due pesi e due misure. "Era un doppio rigore e non succede quasi mai nel CALCIO, lo hanno steso in due, non so come si faccia a non vedere, ma per Guida (l'arbitro, ndr) non esistevano dubbi, non era rigore, ha parlato di simulazione e allora doveva ammonirlo per quel motivo e non per proteste". Il Var ci ha tolto almeno 12 punti in classifica, anche solo con 6 in più saremmo già quasi qualificati alla prossima Champions League. Al Corriere dello Sport il DS biancoceleste ha dichiarato apertamente: "Il campionato è stato totalmente falsato, non sappiamo più qual è il limite tra errori e buona fede". L'ultima partita contro il Cagliari è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso in casa biancoceleste: "Siamo stati danneggiati, ci sta capitando spesso". Siamo stati rallentati, ora siamo quarti, in corsa con le altre.

E ora rimangono 10 giornate: "Non voglio dare percentuali, ma se continuiamo a lottare e correre, sono convinto che la Lazio possa raggiungere un risultato che sarebbe meritato, nonostante le difficoltà: noi continuiamo a sognare, perché la qualità c'è".

Correlati:

Commenti


Altre notizie