"La Juve non può vincere per sempre": anche Mourinho soffre insieme all'Inter

Mourinho: “Mai visto il Milan come il più grande rivale”

Questo non è protocollo: nel protocollo si parla di VAR in caso di errore evidente. Guardando le partite in Coppa, non stanno seguendo il protocollo.

Spazio poi a un giudizio sulla VAR: "Io sono a favore, ma nel rispetto dei casi previsti dal protocollo, non per qualsiasi decisione".

Sull'Inter - "C'è stata una storia bellissima prima di noi e dopo di noi. Questi anni senza titoli sono anni di transizione, ma l'Inter sarà sempre l'Inter". Cerco sempre di guardare le partite della squadra di Spalletti e, quando non possibile, mi informo. Vive un momento di transizione, non si può sempre vincere.

Juve che, inoltre, si sta muovendo anche per chiudere l'affare Emre Can. La stessa cosa vale per il Tottenham e l'Arsenal, non ho mai vissuto pienamente le grandi rivalità. Se mi piacerebbe incontrarla in Champions?

CT Italia - "No non lo farei, e non perché non sento la passione per il Paese, perché la sento, ma l'Italia ha grandi allenatori di tutte le età". Classe 1991, l'ex Porto in questa stagione ha faticato molto tanto che spesso gli è stato preferito Asamoah e solo nelle ultime settimane sembra essere tornato il giocatore ammirato lo scorso anno.

Su Conte - "Non ne voglio parlare. Ma io conosco la loro mentalità e so che tutto è possibile fino alla fine".

José Mourinho alla vigilia della partita di Premier League tra Manchester United e Liverpool ha sostenuto la consueta conferenza stampa.

Correlati:

Commenti


Altre notizie