Sanità: Québec, medici non vogliono aumenti, stipendi già alti

Canada. I medici chiedono di annullare gli aumenti di stipendio. Infermieri scioperano per turni massacranti

La notizia è stata riportata da autorevoli tabloid, tra cui il Washington Post, che ha pubblicato uno stralcio della petizione dei medici canadesi, contenente la richiesta della riduzione della paghe stabilite a seguito di accordi con i sindacati di categoria. Il motivo di questa protesta è semplice. Sono scesi in piazza non solo i medici ma anche studenti di medicina e numerosi specialisti. Inoltre, spesso, i pazienti non hanno ricevuto un'adeguata assistenza. I firmatari, riuniti nel gruppo Médecins Québécois pour le Régime Public (MQRP), hanno spiegato di essersi sentiti offesi dai loro aumenti salariali.

"Questi aumenti sono ancora più scioccanti perché infermiere, impiegati e altri professionisti affrontano condizioni di lavoro molto difficili".

"L'unica cosa che sembra essere immune ai tagli è la nostra remunerazione", aggiunge il gruppo MQPR che comprende 213 medici di base, 184 specialisti, 149 medici e 162 studenti. Molti infermieri canadesi sono costretti a lavorare più del dovuto per carenze di personale e per l'impossibilità di assumere nuovi sanitari.

Perché rifiutare un aumento di stipendio? Una domanda più che legittima, alla quale in Quebec si risponde in questo modo: cura del paziente.

A febbraio, la federazione dei medici specialisti del Quebec ha raggiunto un accordo con il governo per aumentare gli stipendi annuali di 10.000 medici specialisti della provincia di circa l'1,4 per cento entro il 2023.

Può sembrare una fake news ma è proprio così: in Canada, nel Quebec, oltre 700 medici hanno iniziato una protesta contro l'aumento dei loro stipendi che ritengono già troppo alti. Chiediamo che gli aumenti salariali concessi ai medici vengano cancellati e le risorse distribuite per il bene degli operatori sanitari e per fornire servizi sanitari degni a chi abita in Quebec.

Correlati:

Commenti


Altre notizie