Macerata, il gip convalida il fermo: i due nigeriani restano in carcere

Desmond Lucky

Due fendenti al fegato, prima dello smembramento, dietro il quale si staglia sempre più netta l'ombra scura di un omicidio rituale, quello che pure gli inquirenti si erano affrettati a smentire nelle ore immediatamente successive la scoperta dei resti di Pamela. Lerisposte del Ris saranno decisive per attribuire eventualiresponsabilità dei quattro indagati nigeriani, in particolaredei tre fermati per omicidio, vilipendio, distruzione, occultamento di cadavere e spaccio. Intanto il quarto indagato, a differenza degli altri, sta mostrando un atteggiamento "collaborativo". A quanto pare la sua iscrizione nel registro degli indagati sarebbe un passaggio obbligato per sottoporlo ad ad accertamenti irripetibili, ma il suo ruolo nella mattanza sarebbe marginale.

Sono usciti dal tribunale di Macerata per essere riportati in carcere a Montacuto verso le 11,30 Desmond Lucky e per Lucky Awelima, i due nigeriani coinvolti nella morte di Pamela Mastropietro, che restano in carcere, come Innocent Oseghale, il primo indagato. Awelima, 27 anni, si è avvalso della facoltà di non rispondere, Desmond Lucky, 22 anni, ha risposto alle domande, negando però su tutta la linea di avere a che fare con la morte della 18enne, il cui cadavere fatto a pezzi è stato trovato in due trolley nelle campagne di Pollenza il 31 gennaio. Per i due - Lucky Awelima e Desmond Lucky - inizia l'interrogatorio di convalida del fermo dinanzi al Gip di Macerata. "Sono stati fatti altri rilievi ma non sono stati ancora depositati - aveva detto l'avvocato - Per ora, oltre alle celle telefoniche non c'è nulla che leghi il mio cliente all'omicidio di Pamela perciò finché non emergeranno altri elementi Awelima non risponderà alle domande".

C'è una videochiamata tra il nigeriano Innocent Oseghale e la sua compagna, il 30 gennaio scorso, che prova la presenza di altri due uomini nella casa dell'orrore di Macerata dov'è stata uccisa Pamela Mastropietro.

Correlati:

Commenti


Altre notizie