Lavoro: Ires FVG, nel 2017 oltre 8.000 nuove partite Iva

Chiudi  La sede di Trento dell'Agenzia delle entrate 
  Apri

Il Dipartimento delle Finanze ha rilasciato i dati sulle partite IVA aggiornati al mese di dicembre 2017 e i dati complessivi annuali per il 2017. Lo ha reso noto il Ministero dell'Economia e delle finanze con comunicato del 12 febbraio 2018.

Nel complesso dell'anno, sono state avviate nel settore del gaming circa 11.899 nuove attività con partita Iva.

La distribuzione per natura giuridica delle aperture di partita IVA mostra che la quota relativa alle persone fisiche è pari al 54%, quella relativa alle società di capitali è pari al 37,1%, mentre la quota delle società di persone si attesta al 7,6%. Il confronto con l'anno 2016 evidenzia che i maggiori incrementi di avviamenti si sono registrati in Valle d'Aosta (+9,4%), Sicilia (+7,8%) e Marche (+5%). Le flessioni più significative riguardano, invece, la Basilicata (-8,3%), il Molise (-6,9%) e la Calabria (-6%). Le flessioni più marcate si rilevano nei settori del commercio (-6,7%), agricoltura (-3,1%) e, seppur di lieve entità, nelle attività finanziarie (-0,5%). Al primo posto per numero di partite IVA aperte si collocano le regioni del Nord, con il 42,5% di nuove aperture, seguite dal Sud e Isole, e infine dal Centro.

Relativamente alle persone fisiche il 63,4% delle nuove partite Iva è riferito a soggetti di sesso maschile.

I soggetti che nel 2017 hanno aderito al regime forfetario risultano 182.519, pari a il 35,7% del totale delle nuove aperture, con un aumento del 9,1% in confronto all'anno 2016.

Circa il 19,7% dei soggetti che hanno aperto una partita Iva nel mese di dicembre 2017 è nato all'estero.

Correlati:

Commenti


Altre notizie