CASELLE TORINESE. Trenta chilogrammi di sigarette di contrabbando, denunciato bielorusso

Contrabbando di sigarette Un maxi sequestro a Bari

Alcuni cittadini cinesi sono stati intercettati dalla Guardia di Finanza di Prato, mentre si dedicavano alla vendita abusiva di tabacchi nella Chinatown pratese.

Nel quadro, infatti, del rafforzamento delle misure di sicurezza e controllo all'interno del Porto di Bari, attuato anche a contrasto dei traffici illeciti, i finanzieri del Gruppo Bari, unitamente ai funzionari dell'Ufficio delle Dogane di Bari, hanno sequestrato 9 tonnellate di tabacchi lavorati esteri di contrabbando, trasportati, su un container scaricato dalla motonave portacontainers Bf Lucia proveniente dalla Grecia. Pertanto, sono scattate immediatamente le operazioni di perquisizione di iniziativa dello stabile, che hanno consentito di sottoporre, infine, a sequestro circa 160 chili di TLE di contrabbando, ben nascosto in controsoffitti e borsoni nell'appartamento perquisito. Peraltro nell'esecuzione delle perquisizioni locali, sono stati individuati in tutto, nove soggetti di etnia sinica, i quali stavano riposando in giacigli di fortuna, in condizioni igieniche e strutturali precarie, tutti privi di documenti di identità e irregolari sul Territorio Nazionale.

Rilevato anche l'evidente stato di fatiscenza e degrado dei locali dove era stato effettuato l'accesso, è stata richiesta anche la partecipazione della locale Polizia Municipale, che ha provveduto a sottoporre a sequestro preventivo l'immobile.

Correlati:

Commenti


Altre notizie