Cairoli ancora protagonista, l'italiano dà spettacolo agli Internazionali 2018

Cairoli ancora protagonista, l'italiano dà spettacolo agli Internazionali 2018

Il 4 marzo partirà il mondiale, ma prima dell'esordio in Patagonia ci sarà un altro palcoscenico sul quale rendersi protagonista: il 18 febbraio, infatti, si terrà il terzo e ultimo round degli Internazionali, a Mantova, dove Cairoli farà di tutto per chiudere ancora una volta davanti a tutti. La quinta posizione è di Tanel Leok (Husqvarna) mentre Alessandro Lupino (Kawasaki Gebben) è sesto. La gara si disputa sul terreno duro di Noto (SR).

125 - Ottima prestazione per Mattia Guadagnini (Husqvarna - Team Maddii Racing) che ha saputo interpretare al meglio la pista di Noto, dove si sono formati tantissimi canali, che hanno reso la guida per le ottavo di litro decisamente insidiosa.

Nella Supercampione i ruoli si sono invertiti, visto che il Tonino nazionale, dopo aver scavalcato Jeremy Van Horebeek, al secondo passaggio ha mantenuto il sangue freddo lasciandosi gli inseguitori alle spalle.

Colpi di scena a non finire nella classe regina con il podio finale che vede Cairoli (Ktm Red Bull) primo su Van Horebeek (Yamaha Monster Energy) e Febvre, autore dell'holeshot. In campionato Renaux guida con 165 punti su Cervellin a quota 160 e Lawrence (Honda 114 Motorsport) a 120.

Antonio Cairoli: "Siamo molto contenti, è stato un grande evento, davanti ad un grandissimo pubblico". Primo pilota della MX2 Alvin Ostlund (Yamaha), quinto assoluto. La seconda posizione va così a Romain Febvre; terzo gradino del podio per Alessandro Lupino. Al 12esimo giro succede che Antonio, in un canale, trova un doppiato che lo rallenta e Febvre ne approfitta immediatamente per passare in testa ed involarsi verso la bandiera a scacchi.

Anche nella Supercampione Cairoli rimane in testa alla classifica con 240 punti, secondo Febvre con 180, terzo Tannel Leok a 105.

Nella gara riservata ai migliori 20 di MX1 e MX2 parte fortissimo Febvre, che conquista l'Holeshot, ma il suo compagno di squadra Van Horebeek e Cairoli gli sono subito dietro. Con la classifica della Supercampione che consente di scartare un risultato su tre, al pilota della squadra capitanata da Claudio De Carli basterà prendere il via nell'ultima prova, in programma nel prossimo weekend a Mantova, per confermarsi matematicamente campione della categoria Elite (Supercampione) degli Internazionali d'Italia.

Correlati:

Commenti


Altre notizie