Cagliari: ucciso a calci e pugni in un parco giochi per bambini

Sotto effetto della cocaina prende a calci e pugni due carabinieri

Crisponi, in sella al suo scooter, ha raggiunto via Satta quando vicino ad un circolo privato è stato avvicinato da due uomini. Ieri sera l'uomo ubriaco ha iniziato a infastidire i clienti di un bar e davanti all'invito del titolare a lasciare il locale non ha esitato ad aggredirlo a calci e pugni.

Gli aggressori, Ignazio Siddi e Francesco Farigu, rispettivamente di 43 e 41 anni ed entrambi di Capoterra, sono stati arrestati dai Carabinieri con l'accusa di omicidio. Alla vittima sarebbe stato spinto contro anche lo scooter che lo avrebbe schiacciato.

La scena di violenza è avvenuta sotto gli occhi di decine di persone, anche dei bambini che giocavano nel parco comunale. L'aggressione è durata pochi minuti: pugni, schiaffi e calci. I medici hanno tentato a lungo di rianimare il 56enne, ma non c'è stato nulla da fare. Una volta immobilizzato, i carabinieri hanno richiesto l'intervento del 118.

Crisponi è finito a terra agonizzante, a quel punto i due sono fuggiti a piedi, allontanandosi dalla zona.

Adesso bisognerà verificare sia i motivi di questa aggressione sia le responsabilità di ognuno dei due sospettati, per evitare che ciascuno scarichi la colpa sull'altro, impedendo al giudice di condannarli. Uno di loro sarebbe peraltro tornato in zona e i cittadini lo hanno subito indicato alle forze dell'ordine, che lo hanno bloccato; il secondo sospettato, invece, è stato rintracciato poco dopo dai colleghi di Capoterra.

Correlati:

Commenti


Altre notizie