Bea è volata in cielo, adesso potrà riabbracciare la sua mamma

Morta la piccola Bea la “bambina di pietra”

In questo giorno, dedicato agli innamorati, ha deciso di correre ad abbracciare la sua mamma. "Il mondo di Bea resterà in assoluto il miglior posto che io abbia mai potuto visitare, per sempre" annuncia tristemente su Facebook la zia Sara Fiorentino.

La mamma della bimba, Stefania Fiorentino, se ne era andata a sua volta lo scorso 6 agosto a 35 anni a seguito di un tumore.

Beatrice aveva otto anni ed era affetta da una malattia misteriosa da quando aveva sette mesi. Specialisti di tutto il mondo avevano studiato il suo caso senza riuscire a capire perché le sue articolazioni si fossero calcificate in un'armatura inviolabile. Beatrice non poteva piegare il collo, le braccia, i gomiti, le ginocchia, i piedi e neppure le dita. Era affetta da una malattia sconosciuta che ad oggi ancora non ha un nome. Le condizioni di Bea si erano aggravate da alcuni giorni. Dalle necessarie normali visite di controllo, la terribile scoperta. Per i genitori e per la piccola l'inizio di un calvario durato anni. Di seguito, il messaggio di Ermal Meta per la piccola Bea con un'immagine scattata insieme.

La bambina era ricoverata al Regina Margherita, sedata, dove è deceduta nella serata di mercoledì 14 febbraio avvolta dall'affetto del papà, della zia e di tutta la famiglia che le è sempre stata accanto. "Beatrice è molto grave, e anche essendo molto forte il fisico non le permette di reagire, l'unica cosa importante è che non sta soffrendo, sta riposando tranquilla". Ma che descriveva senza mezze parole la sindrome che le aveva provocato rigidità in tutte le sue articolazioni.

Emma Marrone, la "zia Emma" per la piccola Bea, ha impiegato qualche ora prima di riuscire a trovare le "parole giuste" da dire alla famiglia Naso dopo il dramma della morte di quella piccola anima volata in Cielo nella totale innocenza di una vita passata in un corpo reso rigido dalla malattia ma dal cuore infinitamente tenero. Forse sentiva troppo la mancanza della madre. "Emanavi più vita di molti altri che della vita non si accorgono" ha scritto il cantante. E tantissimi i post su Facebook di persone che, anche solo attraverso i giornali o le televisioni, hanno avuto la possibilità di conoscere la storia di questo piccolo angelo.

Correlati:

Commenti


Altre notizie