Amazon pronta a tagliare centinaia di posti di lavoro

I licenziamenti si concentreranno principalmente nell'ufficio di Amazon a Seattle, ma ci sono già stati tagli in alcune delle sue filiali al dettaglio in altre parti del paese, come il rivenditore di calzature online Zappos con sede a Las Vegas, che ha dovuto licenziare 30 persone di recente.

Il numero uno dell'azienda, Jeff Bezos, ha confermato le indiscrezioni di stampa che affermano che Amazon starebbe per consegnare la lettera di licenziamento a centinaia di lavoratori impiegati nel quartier generale di Seattle. Anzi. Amazon ha intenzione di assumere, ma in modo tale da fare delle riduzioni mirate di personale in certi settori e di rinforzare con nuove assunzioni ambiti in cui si investirà maggiormente in futuro, come quelle dell'assistente digitale Alexa e dell'intrattenimento digitale (al momento, giudicate come attività di mercato più redditizie). Se secondo alcuni le riduzioni a Seattle sono legate in parte alla sovrappopolazione della sede, secondo l'ex Amazon ora amministratore delegato di Stackline Michael Lagoni sono dovuti - riporta l'agenzia Bloomberg - in parte all'avanzata dell'automazione, con i robot e i computer che prendono il posto degli esseri umani anche per effettuare previsioni sulla domanda di nuovi prodotti e trattare sui prezzi. Solo lo scorso anno il colosso di Bezos ha assunto 130.000 persone, senza considerare l'effetto Whole Foods. "Tuttavia, nella stessa diffusa dalla società si può leggere che si sta cercando di far qualcosa per non dover mandare via i lavoratori colpiti dai tagli: "(...) Per i lavoratori impattati (dai tagli) lavoriamo per cercare posizioni nelle aree in cui stiamo assumendo".

Resta adesso da capire se i tagli al personale decisi da Amazon si ripercuoteranno solo nella sede di Seattle oppure se verranno coinvolte anche altre sedi sparse nel mondo.

Nonostante la notizia non sia positiva, è importante ricordare che negli ultimi anni Amazon ha creato migliaia di posti di lavoro a livello globale.

Correlati:

Commenti


Altre notizie