Carini, scoperti 1.500 chili di droga in un deposito: 3 arresti

Maxi carico di droga nell'autocarro. Tre arresti, sequestro da 10 milioni

Scoperti e sequestrati dalla Polizia 1.500 chili di droga nascosti in un magazzino in un'azienda di manufatti in cemento di Carini. Ancora più consistente il valore al dettaglio del sorprendente carico di Hashish rinvenuto: anche oltre 8 milioni di euro. In manette un autotrasportatore campano di 49 anni, Francesco Gallo, e i fratelli Anthony e Salvatore Basile, di 28 e 31 anni, titolari dell'azienda in questione. Nel cassone del mezzo sono stati trovati 10 chili di cocaina nascosti sotto un lenzuolo.

I poliziotti hanno bloccato Gallo a bordo di autocarro mentre entrava nella fabbrica. "Nonostante abbiano tentato di dissimulare la loro complicità con l'autotrasportatore campano, affermando di intrattenere con lui esclusivamente rapporti di lavoro per il trasporto dei loro manufatti - spiegano dalla Questura - i due non hanno convinto gli investigatori che, ipotizzando che fossero i destinatari dello stupefacente, hanno perquisito l'azienda e la vicina abitazione".

I tre uomini sono stati arrestati e come detto, secondo una prima stima, la cocaina, una volta immessa sul mercato per la vendita al dettaglio, avrebbe potuto fruttare anche fino a 1 milione e mezzo di euro mentre l'hashish oltre 8 milioni di euro. Ulteriori indagini sono in corso per individuare i canali di approvvigionamento dello stupefacente e le piazze di spaccio a cui i fiumi di droga erano destinati.

Correlati:

Commenti


Altre notizie