Sanremo, Favino e Hunziker con Baglioni

Sanremo

Come ci aspettavamo, quest'oggi alla conferenza stampa di presentazione del Festival di Sanremo 2018 sono stati ufficialmente confermati i due co-conduttori di Claudio Baglioni, ovvero Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino. La manifestazione, che si svolgerà proprio negli stessi giorni in cui i big della Musica Italiana si contenderanno il Festival 2018 (6-10 Febbraio), prenderà vita al Centro Congressi Palafiori di Sanremo, e cioè il centro di Casa Sanremo, che ospita i principali artisti, discografici ed emittenti radio nazionali. A proposito, Claudio Baglioni ha spiegato: "Il non colore bianco è stato scelto perché si avesse l'idea di un festival come di una tela all'inizio bianca, poi da colorare".

Tra le edizioni più chiacchierate riguardo ai compensi del Festival di Sanremo, sicuramente anche l'ultima kermesse di Carlo Conti, affiancato dalla regina di Mediaset Maria De Filippi (che ricordiamo, lo scorso anno non ha percepito il cachet dalla Rai). "E' una cosa completamente nuova per me, un nuovo battesimo: sono fan del festival da quando sono bambino, è un cerchio che si chiude" ammette l'attore nel corso della conferenza stampa. "Sarà un grande racconto, un grande affresco musicale" queste le parole di Baglioni. "Io non parlo con le galline, ma ho la patente C". Le telecamere saranno 10. "Ne abbiamo bisogno per colorare un Festival che comincia in bianco e nero. Dopo che si sarà conclusa la mia avventura sanremese, potrò fare l'imbianchino, se avete muri da sistemare o altri lavori ho una vera laurea in architettura (non una di Cepu o altro.)".

Claudio Baglioni, Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino: ecco la squadra del Festival di Sanremo. "Vogliamo che anche gli artisti stranieri vengano a suonare e cantare qualcosa che abbia una matrice italiana".

Sanremo
Giovanni Ciacci e la “sua” scelta per il Festival

Nessun nome specifico per quanto riguarda, invece, gli ospiti, ma una certezza: non saranno invitate star hollywoodiane. Un Claudio Baglioni che da vero direttore artistico ha imposto il prevalere della musica a discapito dell'intrattenimento a cornice.

Quattro minuti a disposizione dei cantanti che non verranno eliminati.

Il budget di Sanremo 2018 è identico a quello dell'anno precedente. E ancora: la scenografia di Trixie Zicoschi "sarà una sala da concerto, una sorta di auditorium: si potrà usare fino al 2028, è una scena coraggiosamente bianca.Ci auguriamo che il festival non sarà di luci e ombre, ma solo di luci".

Correlati:

Commenti


Altre notizie