Australian Open: Caruso e Sonego avanti - Errani e Berrettini stop

Tennis, Errani stop, niente Australian Open. Ok Sonego e Caruso, Berrettini lucky loser

Ma veniamo alle liete notizie: sono dunque due i qualificati italiani in tabellone. A Sonego non sono bastati 22 vincenti, mentre Tomic, sostenuto da parecchi tifosi locali, ha trovato grande continuità sia con la prima sia con la seconda di servizio.

Bernard mancherà per la prima volta dal 2008 il suo appuntamento con il Main Draw degli Australian Open.

Vinto il primo parziale 6-1, Sonego ha perso per 7-5 il tie-break del secondo. Sul 5-4 40-40 Sonego ha messo a segno un rovescio lungolinea (uno dei 15 vincenti del set, compresi 4 ace) e ha poi trasformato il terzo match point. Lorenzo tenterà una nuova impresa nel tabellone principale contro Haase. Il siciliano, numero 209 Atp, ha penato non poco, ma alla fine, dopo due ore e mezza, ha piegato il rivale col punteggio di 3-6 7-6 (5) 6-4.

La svolta decisiva del match è avvenuta nel quinto gioco del terzo set, quando Caruso è riuscito a portarsi avanti di un break alla settima balla break del game. L'allievo di Gipo Arbino scenderà in campo martedì e sarà uno dei sette azzurri ai blocchi di partenza del primo major della stagione, insieme a Paolo Lorenzi, Andreas Seppi, Thomas Fabbiano, Fabio Fognini, Salvatore Caruso e Matteo Berrettini; quest'ultimi due provenienti dalle qualificazioni, con Berrettini ripescato come lucky loser. Non ce l'ha fatta invece Sara Errani.

Giocherà ugualmente il suo primo Slam australiano, contro Mannarino. La bolognese è stata battuta in due set da Luksika Kumkhum in meno di un'ora e un quarto. Il 22enne torinese ci entra da numero 218 del mondo e con buona probabilità ci uscirà con il best ranking, considerando i tanti punti che anche solo il primo turno di un slam regala.

Correlati:

Commenti


Altre notizie