C'è stato un falso allarme missilistico alle Hawaii

Il messaggio arrivato per errore

In realtà messaggio sarebbe stato fatto passare anche su alcune tv locali, con un titolo che scorreva su fondo rosso ed il suono in sottofondo di una sorta di allarme.

Sui telefonini dei residenti e dei turisti alle Hawaii è arrivato lo spaventoso messaggio automatico di allerta che avvisava "E' imminente l'arrivo di un missile balistico alle Hawaii". Il governatore Davide Ige e l'agenzia delle emergenze hanno rassicurato: lo Stato non è minacciato da alcun razzo balistico. Se siete al coperto restateci, se siete all'aperto cercate immediatamente riparo in un edificio. "Non c'è nessuna minaccia contro lo stato delle Hawaii" ha dichiarato, ancora online, il dipartimento di polizia di Honolulu. Restate lontano dalle finestre. A rassicurare i cittadini delle Hawaii è intervenuta anche Tulsi Gabbard, deputata delle isole del Pacifico al Congresso di Washington: "Questo è un falso allarme, non c'è nessun missile in arrivo verso le Hawaii", ha scritto su Twitter. E successivamente l'Hawaii Emergency Management Agency ha confermato che non vi era alcuna minaccia. A inizio dicembre, nelle Hawaii erano state svolte esercitazioni generali della popolazione in vista di un possibile lancio di missili balistici di Pyongyang.

Correlati:

Commenti


Altre notizie