Trenitalia, Iacono: treni più green e confortevoli per Veneto

Contratto di Servizio Regione Liguria-Trenitalia i pendolari dicono NO a firme frettolose

Così Orazio Iacono, Amministratore Delegato di Trenitalia, alla firma del nuovo contratto di servizio fra Veneto e Trenitalia; erano presenti anche il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, il presidente della Regione, Luca Zaia e l'Amministratore Delegato delle Ferrovie dello Stato Italiane, Renato Mazzoncini. Del valore di 4.546 milioni di euro, comprensivo di corrispettivi e ricavi da mercato, definisce anche un investimento in autofinanziamento di più di un miliardo di euro, di cui 619 milioni per l'acquisto di 78 nuovi treni Rock e Pop, 250 per manutenzione ciclica, 59 per rinnovo di treni già in circolazione, 60 per impianti di manutenzione, 18,4 per tecnologie e informatica. Complessivamente saranno 110 i treni "nuovi", contando anche i 24 Vivalto e i 9 Swing arrivati negli ultimi anni. Attualmente la flotta dei convogli regionali è composta da 130 treni; l'arrivo dei nuovi mezzi - e il conseguente pensionamento dei vecchi - porterà a un abbassamento dell'età della flotta da 16,3 a 6,2 anni nel 2021, per arrivare a un'età media inferiore ai 5 anni.

"Stiamo vivendo una fase storica perché, dopo essere riusciti a migliorare gradualmente negli anni scorsi il servizio su ferro nella nostra Regione, chiedendo a Trenitalia di fare un salto di qualità" ricorda Zaia, "ora abbiamo davanti a noi una programmazione concreta che porterà il Veneto a disporre di un sistema ferroviario tra i più efficienti e moderni d'Europa". "Ultimamente l'autority dei trasporti è intervenuta a garantire le procedure di competitività nell'affidamento dei servizi di trasporto locale, come in Piemonte".

Il ministro Delrio evidenzia gli 8 miliardi di finanziamento - quattro a Trenitalia e altrettanti a Rfi - stanziati dal Governo: "Investimenti che attivano un'importante filiera industriale e assicurano un aumento di lavoro e occupazione".

"Puntiamo ad aumentare i passeggeri ha detto Iacono - e a convincere un numero sempre maggiore di pendolari a lasciare la propria auto e a utilizzare il servizio pubblico".

Venezia, 11 gen. (askanews) - "Questo è un contratto che ci permetterà di rinnovare la flotta del Veneto, con treni più scattanti, più confortevoli e più green".

Correlati:

Commenti


Altre notizie