Poveri dimenticati e la protesta di Biagio Conte, Musumeci: lo incontrerò presto

biagio conte missionario

Un nuovo accorato appello, a favore degli ultimi, rivolto agli uomini delle istituzioni e ai cittadini da parte del missionario laico Biagio Conte, fondatore della Missione Speranza e carità, dove accoglie migliaia di senzatetto nelle strutture di via Archirafi e via Decollati. "Appena svegliati alla Missione non abbiamo trovato fratel Biagio". Qualche ora dopo abbiamo sentito che ha dormito per strada: "Non riesco ancora ad accettare che ci possano essere tanti ancora che vivono queste profonde sofferenze nella loro vita dovuti principalmente all'indifferenza e che continuano a vivere e morire per strada". Conte, che da mercoledì notte dorme sotto i portici della posta centrale di via Roma a Palermo, ha scritto una lettera alla città con la quale invita a non essere distaccati verso i bisogni degli ultimi perché l'indifferenza può uccidere. "Questo ci ha detto - sottolineano - quando lo abbiamo raggiunto sotto i portici della Posta centrale di Palermo".

Ognuno si è chiesto dove fosse - raccontano -. Pregate, Pregate Pregate. Ancora oggi Palermo e il mondo hanno bisogno di segni così forti. Tante famiglie sono sfrattate e non hanno la casa, tante persone non hanno un lavoro. "E tante persone non hanno un lavoro". Ascolta Italia il grido disperato di chi perde la casa, il lavoro. "E' urgentissimo rispondere ai bisogni della gente".

Correlati:

Commenti


Altre notizie