Genova : cade controsoffitto in un centro accoglienza ricavato in appartamento

Genova, crolla soffitto centro accoglienza: 7 migranti feriti

Sei dei feriti sono stati accompagnati al pronto soccorso in codice verde e giallo.

La donna, ai media locali, è apparsa sinceramente dispiaciuta e ha dichiarato che avrebbe fatto la staffetta da un ospedale all'altro per rimanere accanto ai feriti: "Questi sono ragazzi che si portano appresso storie e ricordi terribili, non meritavano di vivere anche questa brutta esperienza". Sottoposto agli accertamenti del caso, è stato dichiarato fuori pericolo. Sembra che il crollo si sia verificato mentre i profughi stavano guardando la tv.

Sette migranti richiedenti asilo sono rimasti feriti a causa del crollo di un controsoffitto di un centro di accoglienza gestito da una cooperativa ricavato al primo piano di un appartamento di via Sampierdarena, nel ponente di Genova. Nel centro di via Sampierdarena erano ospitati anche altri due migranti.

Uno dei migranti ha raccontato: 'Stavamo dormendo quando ci è crollato tutto addosso. "Eravamo sommersi dalle macerie". In effetti le notizie che rimbalzano dagli altri due ospedali, il Villa Scassi e l'Evangelico di Voltri, raccontano di feriti non gravi.

'Sono cose che non devono succedere a gente che è nostra ospite, dobbiamo capire il perché e fare in modo che non succeda più', ha affermato il primo cittadino di Genova.

"Non siamo dei pirati, ma una cooperativa seria che opera nel sociale da trent'anni", dice Valeria Davi, presidente della Saba.

Sono intervenuti i vigili del fuoco, il personale del 118 e la polizia municipale.

Stop alla struttura - Il centro è stato posto sotto sequestro dalla procura per agevolare le indagini sulle cause del crollo. La paura e lo choc sono stati grandi.

Correlati:

Commenti


Altre notizie