Alici contaminate da istamina ritirate dal mercato. Marca e lotto

Ministero della Salute segnala ritiro colatura d'alici per possibile presenza di istamina. Coinvolti diversi lotti

L'istamina, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti", si forma naturalmente in seguito alla degradazione dell'istidina, un aminoacido presente in alcuni pesci in grandi quantità.

E così il Ministero della Salute è dovuto intervenire per ritirare il prodotto a rischio istamina. Il prodotto è venduto con i marchi Iasa, Sapori di Mare, Decò e Riunione Industrie Alimentari.

Secondo Salernotoday.it, la motivazione sarebbe la possibile presenza di istamina oltre i limiti consentiti. È la seconda volta che la colatura di alici viene coinvolta da un ritiro, dopo quello diffuso il 21 dicembre 2017 da Auchan e da Carrefour.

La colatura di alici in questione è prodotta da Iasa Srl nello stabilimento di Pellezzano.

Tali informazioni sono state riportate anche dal sito www.ilfattoalimentare.it, un quotidiano on-line che si occupa da tempo di tematiche alimentari riguardanti la sicurezza degli alimenti, le etichette e la nutrizione in generale.

Il richiamo del Ministero della Salute è riferito ad alcuni lotti di colatura di alici che sono stati infettati da istamina, un batterio in grado di causare sintomi come mal di testa, arrossamenti, prurito, nausea e vomito. Si raccomanda di non consumare il prodotto interessato e riportarlo al punto vendita.

Correlati:

Commenti


Altre notizie