La brutta storia di Paola Manchisi

Chi l'ha visto anticipazioni

"Ora si indaga per omicidio" si rende noto in conclusione. Ha quindi smentito le voci che la figlia fosse anoressica: "Mangiava invece!" Ma il particolare più inquietante è la tenacia con cui genitori e zii ne hanno difeso l'isolamento, ribadito perfino in una serie di intercettazioni telefoniche. Ogni volta che cercava di mettersi in contatto con lei, telefonando o andandole a citofonare, i genitori avevano sempre una scusa pronta: che stava studiando, era con amici o non era disponbile in quel momento. La donna è rimasta chiusa in casa per 14 anni e a nulla è servito l'appello della sua ex compagna di classe alla trasmissione Chi l'ha visto? che purtroppo non è riuscita a salvarla. Il sindaco di Polignano, Domenico Vitto, ha spiegato alla Stampa di aver insistito "con tutti i mezzi per aiutare Paola: dopo aver convocato i genitori, dopo aver inviato i servizi sociali e i vigili nella loro abitazione, puntualmente respinti, i genitori in municipio si sono scagliati contro di noi".

L'autopsia dovrà confermare le condizioni di grave denutrizione e debilitazione della ragazza, che sarebbe stata trovata in condizioni igieniche precarie. In una situazione simile, anche un banale raffreddore avrebbe potuto ucciderla. Marlena Grande ha anche chiamato la redazione della trasmissione di Rai Tre Chi l'ha Visto? L'amica ha riferito che dall'inizio del quinto anno delle superiori, quando Paola per ragioni sconosciute ha deciso di interrompere gli studi, per lei non è stato mai più possibile vederla. "E' lei a volere così, sta bene ed esce quando deve uscire", era il mantra ripetuto in casa della Manchisi, che nel mentre deperiva in preda all'anoressia, pare a causa di qualcosa accaduto quando non era ancora maggiorenne. "Con gli amici si sentono per telefono".

"I casi irrisolti di Sofia e di Carlotta saranno al centro della puntata di 'Chi l'ha visto?' - viene riportato in una nota dalla tv di Stato -, il programma condotto da Federica Sciarelli, in onda mercoledì 10 gennaio alle 21.15 su Rai3".

Correlati:

Commenti


Altre notizie