Influenza: boom di casi in Versilia durante le feste

Nursing Up su influenza: “ospedali oltre il collasso, nessuno ci vuole ascoltare”

Influenza: picco nei pronto soccorso a Napoli, +20/30% afflusso.

"L'attività nel Pronto soccorso è costante a livello di sovraffollamento sia nelle ore diurne che durante la notte- afferma il direttore generale Pasquale Pellino - In costante contatto con la Direzione Aziendale e la Rete dell'Emergenza Territoriale, medici e infermieri svolgono la loro attività mettendo in campo il massimo impegno, prolungando le loro presenze in supporto ai colleghi ove le situazioni di criticità lo richiedano secondo procedure preventivamente stabilite e sviluppando tutte le sinergie necessarie per una efficace risoluzione dei casi più complessi, cercando di soddisfare tutte le richieste e ridurre, per quanto possibile, anche le attese dei pazienti che manifestano problemi di gravità minore".

C'è poi un vasto numero di falsi allarmi, persone con sintomi simil-influenzali che in realtà hanno solo preso freddo o contratto una normale gastroenterite: i ricoveri sono stati 341, pari ad appena il 17% degli accessi: motivo di allarme per gli Ospedali che, pur disponendo di qualche letto in più come pianificato per il periodo, rinnovano l'appello a recarsi in pronto soccorso solo quando strettamente necessario. Nella settimana tra Natale e Capodanno, l'influenza in regione ha raggiunto un'incidenza pari a 4,81 casi per mille assistiti, molto inferiore a quella nazionale, che si attesta già all'11,11 casi per mille. Si sta valutando la possibilità, conferma Viale, di aprirne uno anche al Villa Scassi. Propio il San Martino è lo specchio della situazione in Regione: nella sola giornata di ieri si sono avuti 14 casi di polmonite come complicanza del virus influenzale: nel pomeriggio quasi tutti i pazienti che ne avevano bisogno risultavano ricoverati nei reparti. "È una risposta che l'ospedale garantisce nella sua complessità".

La situazione del Pronto soccorso dell'ospedale "Pugliese" è sempre gravissima e l'ordinanza emanata in agosto dal sindaco Sergio Abramo allo scopo di superare l'emergenza è rimasta sostanzialmente inapplicata.

Correlati:

Commenti


Altre notizie