Caffè al bar: aumenta il prezzo della tazzina

Caffè al bar, prezzi in aumento ma a Napoli resta il meno caro d'Italia

Il rito della tazzina di caffè al bar è un'abitudine irrinunciabile per molti italiani, che d'ora in poi però dovranno pagarla di più. Secondo, infatti, un'indagine effettuata dalla #Federconsumatori, e ripresa da diverse agenzie di stampa tra cui l'Adnkronos, nel corso del 2018 il caffè al bar dovrebbe subire incrementi di costo dell'ordine del 20/30%. Il prezzo medio supera un euro in quattro città: oltre a Torino e Roma (1,03 euro) anche a Milano (1,08 euro, +8%) e Firenze (1,04 euro, +1,96%). L'espresso più caro in assoluto si paga a Torino dove il prezzo arriva a 1 euro e 10 centesimi (+5,77%) ma l'aumento più alto si registra a Roma (+11,96%) rispetto all'anno scorso, dove il caffè costa in media 1,03 euro.

Sotto a un euro, con il primato della tazzina di caffè espresso più economica al bar è Napoli a 0,91 euro (+5,81%), seguita da Palermo con 0,94 euro ( e l'aumento più basso: +2,17%). Nella capitale una tazzina al bar costa 1,03 euro.

Ai dati, rilevati dalla Federconsumatori e diffusi dall'Adnkronos, già aggiornati all'8 gennaio, segue una polemica da parte dell'associazione dei consumatori, che parla di aumenti ingiustificati.

Per il 2018 l'aumento medio del prezzo della tazzina di caffè nei bar delle città italiane è a +5,95%.

Che si tratti di un aumento consistente è innegabile, basti pensare che in media un italiano consuma 2 caffè al giorno il che comporta una spesa media di 730 euro all'anno solo per un caffè al bar. "Non c'è nulla che giustifichi questi rincari", ha spiegato il presidente Emilio Viafora, "e non solo sul caffè ma su tutte le voci dei consumi più significativi e popolari". "La tassazione aumenta su tutto e si riversa sui consumatori finali" sostiene citando l'aumento delle tariffe, delle bollette, delle autostrade, come dalle cronache di questi giorni.

Gli esercenti la pensano in altro modo. Come ha affermato Luciano Sbraga, direttore del centro studi di Fipe Confcommercio.

Correlati:

Commenti


Altre notizie