Dalla pedopornografia al cyber terrorismo: 6 arresti e 46 denunce

Postale

Buoni risultati nella lotta alla pedopornografia, con 55 arresti e 595 denunce.

1750 denunce, casi trattati 1900, 19 le persone arrestate e 129 quelle denunciate. In tale ambito, sono stati trattati 1.885 casi, arrestate otto persone e denunciate 246.

Truffe Con riferimento al financial cybercrime, le sempre più evolute tecniche di hackeraggio, attraverso l'utilizzo di malware inoculati mediante tecniche di phishing, ampliano a dismisura i soggetti attaccati, soprattutto nell'ambito dei rapporti commerciali.

Di particolare rilievo è stata l'operazione internazionale "Emma3", coordinata dal Servizio Polizia Postale con la collaborazione di 21 Paesi europei e di Europol. Il contrasto al fenomeno dei "money mules" nel corso dell'anno ha consentito di recuperare complessivamente circa 370.000 euro e di denunciare 122 individui e di arrestarne 39.

La continua evoluzione tecnologica vede adeguarsi anche le forze dell'ordine, in particolare la Polizia Postale e delle Comunicazioni che nell'anno 2017 è stato costantemente indirizzato alla prevenzione e al contrasto della criminalità informatica, con particolare riferimento ai reati che, anche a fronte della Direttiva del Ministro dell'Interno del 15 Agosto 2017, sono di competenza di questa Specialità. Nell'ultimo anno, la strategia mediatica messa in campo dalle organizzazioni terroristiche di matrice religiosa islamista ha indotto ad una costante attività di osservazione e analisi dei contenuti presenti in rete.

Nello specifico si evidenzia che lo scorso 1 Dicembre 2017, in occasione del "Maker Faire-Fiera dell'Innovazione" è partita la 5 Edizione di "Una Vita da Social", campagna itinerante della Polizia Postale e delle Comunicazioni, grazie alla quale sino ad oggi sono stati incontrati oltre 1 milione e 300 mila studenti, 147.000 genitori, 82.500 insegnanti per un totale di 10.750 Istituti scolastici e 190 città italiane.

Rispetto ai giovani il Compartimento della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Trento partecipa al "Tavolo della Legalità" che riunisce i rappresentanti delle diverse istituzioni locali chiamate a vario titolo ad occuparsi dei temi della legalità, con l'obiettivo di organizzare presso le scuole interventi informativi e formativi a carattere preventivo.

Oltre mille attacchi informatici a siti istituzionali e piattaforme strategiche di interesse nazionale, su più di 28 mila alert, ma anche 17 mila monitoraggi sul web per individuare minacce provenienti da siti estremisti islamici (4 arresti fra Perugia e Milano con l'operazione Da'Wa), dove è forte il tentativo di radicalizzazione.

Correlati:

Commenti


Altre notizie