MALTEMPO: il FREDDO e la NEVE di sabato 9 dicembre

Babbo Natale tra i mercatini a Casnigo

L'inverno preme sull'acceleratore con il tempo che torna a farsi dinamico e freddo anche in Italia.

Una nuova perturbazione in discesa direttamente dal Nord Europa raggiungerà anche la provincia pontina proprio il giorno dell'Immacolata. Fenomeni più incisivi su Venezia-Giulia, spezzino, alta Toscana ( in particolare qui non esclusi picchi di oltre 80mm sulla dorsale toscana ), poi anche Umbria e Lazio dalla sera; poco o nulla invece su Nordovest, Lombardia e Abruzzo orientale, in gran parte in ombra pluviometrica. In gran parte in ombra pluviometrica anche il medio versante adriatico, specie Abruzzo.

Ma in realtà al Sud i disagi maggiori arriveranno dalla pioggia: "lo scontro tra l'aria fredda e le tiepide acque del Mediterraneo favorirà la formazione di numerosi temporali, con il rischio di piogge forti, soprattutto in Campania, Calabria e Sicilia".

Fiocchi mediamente oltre 600-1000m sui settori alpini interessati dai fenomeni, oltre 1300-1500m sull'Appennino centrale.

Tra la Romagna e le Marche la neve potrebbe cadere a quote molto basse (100-200 metri) con locali intrusioni fino in pianura in caso di rovesci intensi.

Domenica 10 dicembre è previsto un generale miglioramento, tornerà il sole e avremo al mattino diffuse gelate con minima decisamente sotto lo zero. Gelo e neve hanno già interessato diverse zone d'Italia, e nuove zampate dell'inverno sono attese nei prossimi giorni.

Saranno circa 7 milioni e 329 mila gli italiani in viaggio per il ponte dell'8 dicembre con un aumentodi oltre il 6% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.L'87,9% resterà in Italia mentre l'11,2% andrà all'estero.Emerge da una rilevazione di Federalberghi.

Correlati:

Commenti


Altre notizie