Roma-Qarabag 1-0, Perotti lancia i giallorossi agli ottavi da primi del girone

Getty Images

ROMA (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Strootman; El Shaarawy, Dzeko, Perotti.

"Bisogna aspettare domani perché neanche so chi si è qualificato da primi e da secondi". Ma ha rischiato davvero il minimo (uno solo tiro nello specchio della porta per gli azeri), venendo premiata alla fine anche dal destino che gli ha consegnato da Londra la notizia dell'1-1 tra Chelsea e Atletico Madrid che la promuove in testa in un girone in cui in pochissimi, alla vigilia, l'avevano prevista possibile qualificata. Recuperati Kolarov, Nainggolan e Perotti che rientra davanti con Dzeko ed El Shaarawy.

PEROTTI SBLOCCA IL RISULTATO - La Roma nella ripresa non ha alzato i ritmi ma almeno il baricentro. Roma decisamente propositiva in attacco, ma il Qarabag è completamente chiuso. Sehic è superlativo al 62' sul sinistro dal limite di Nainggolan, mentre Dzeko al 90' spreca in contropiede la chance del raddoppio.

È l'ultima azione: la Roma conquista i 3 punti e, grazie al contemporaneo pareggio di Stanford Bridge, anche la testa del girone ai danni del Chelsea, che assolutamente non meritava il primo posto, dopo il doppio confronto con i giallorossi. Ci deve servire da lezione, che le partite bisogna chiuderle, non mi piace il palleggio fine a se stesso ma preferisco la verticalità.

Di Francesco, prima del match, aveva chiesto ai suoi di avere ferocia.

Il passaggio al primo posto nel girone è un mezzo miracolo che non potrà che galvanizzare un ambiente già carico dopo i buoni risultati di questa prima parte di stagione. Agli uomini di Heynckes bastano appena 9' per andare in vantaggio: Rodriguez mette in mezzo per Coman il quale appoggia per Lewandowski, abile a girarsi e a battere Areola. La palla si impenna e si avventa come un falco l'argentino che ribadisce in rete di testa. In competizioni europee il Qarabag ha precedentemente incontrato due italiane, ovvero Inter e Fiorentina, entrambe in Europa League: nel 2016 due sconfitte per 2-1 e 5-1 contro i Viola, nel 2014 un pareggio per 0-0 ed una sconfitta per 2-0 con i nerazzurri.

L'allenatore giallorosso ha proseguito: "Nel primo tempo eravamo troppo bloccati creando occasioni solo con mischie o calci d'angolo".

Correlati:

Commenti


Altre notizie