Le previsioni degli esperti. Capodanno 2018 a letto con l'influenza

Vaccini influenza

Nei laboratori di Microbiologia e Virologia del Policlinico San Matteo di Pavia è stato isolato il virus dell'influenza (il primo ceppo influenzale H1N1), su un bambino di 4 anni.

Si stima che la nuova influenza 2018 sarà più aggressiva di quella 2017, e si afferma ciò guardando come si è comportato il virus influenzale in Australia, dove la stagione invernale è giunta al termine e dove è stato registrato il 25% dei casi in più di contagio. Il picco di casi potrebbe verificarsi durante il periodo delle festività. Non c'è quindi molto tempo per vaccinarsi, tenendo conto che ci vogliono tre settimane perchè il nostro organismo sviluppi la risposta immunitaria. In particolare dall'inizio della sorveglianza epidemiologica sono già 476mila gli italiani finiti a letto a causa del virus dell'influenza. Di questi il 66,9% per il virus di tipo A, principalmente l'AH3N2, e il 33,1% per il tipo B. L'inverno è ormai alle porte, il freddo è arrivato e con esso anche l'influenza. "Per i primi si tratta di un dovere nei confronti dei pazienti a cui possono trasmettere l'infezione, per le donne un modo non solo per proteggere se stesse dal rischio di complicanze, ma anche di proteggere il nascituro durante i primissimi mesi di vita grazie al passaggio degli anticorpi materni". "Devono assolutamente immunizzarsi i pazienti colpiti da patologie croniche, cardiovascolari e respiratorie, anziani, bambini e donne in gravidanza". Infine, ricorda il virologo, a doversi vaccinare sono anche tutti coloro che si prendono cura o lavorano a contatto con le persone fragili, incluso il personale medico sanitario.

Correlati:

Commenti


Altre notizie