Centrosinistra diviso, Prodi: "Pisapia ha capito che non era cosa"

Quagliariello:

"Io ora sono completamente fuori".

Fu Renzi a non volere Romano Prodi presidente della Repubblica.

Quella di Giuliano Pisapia "non è stata una defezione perchè Pisapia non aveva deciso". Lo dice Romano Prodi a un incontro a Romariferendosi alla situazione del centrosinistra dopo gli sviluppidi ieri. "Il processo va avanti - ha aggiunto -". Si tenterà di nuovo perché è un processo importante ed utile al Paese. Lo ha detto Romano Prodi, intervistato questa mattina da Virman Cusenza, a 'Più libri Più Liberi' a Roma. Pisapia ha esplorato e non ha trovato in se stesso o nel gruppo di riferimento motivazioni per andare avanti. "Mi dispiace", conclude il Professore. Io a suo tempo non ho inventato un granché ma c'era un disegno preciso di mettere insieme forze e contenuti. Mi criticarono per il programma di 400 pagine, ma quello di 140 lettere non è molto più soddisfacente. E a chi gli chiede se la coalizione di centrosinistra sia finita l'ex premier risponde: "Non mi pronuncio, i cambiamenti sono troppo recenti per dare un giudizio definitivo". E' senso di realismo. "Pensate non sappiano né leggere né scrivere?".

Correlati:

Commenti


Altre notizie