Juve-Inter, Zanetti: "Polemiche? Noi altro stile"

Inter, Zanetti:

A Torino bisogna giocare la partita a viso aperto, colpo su colpo: "andiamo a giocarcela". Si parlerà ancora del capitano nerazzurro, ma sappiamo benissimo che, per ogni trattativa di mercato, alla fine conta la volontà del giocatore. "E' un allenatore molto preparato, siamo contenti del suo lavoro e sta portando tutto il suo valore e la sua esperienza nella società e sta portando tutte le sue idee all'interno della squadra e finora il campo c'ha dato ragione". I numeri sono tutti dalla parte del capitano nerazzurro, con 16 reti in 15 presenze in serie A. Una media reti strepitosa ed un'incidenza sulle reti totali dei nerazzurri incredibile: è il miglior attaccante tra i 5 top campionati europei. "Speriamo che dopo la partita di sabato ci sia un'ulteriore conferma".

Sulla partita tra Juventus e Inter: "Inter-Juve?" Zanetti preferisce evitare di gettare ulteriore benzina sul fuoco: "Non è il nostro stile fare polemiche, noi pensiamo solo alla partita". L'Inter deve continuare a fare ciò che sta facendo dall'inizio, una squadra in crescita e convinta delle proprie forze. Bisogna vedere anche chi dice certe cose, lasciano il tempo che trovano. "Nessuno è più importante dell'Inter, i ragazzi lo sanno e si impegnano per questo". Ci sono i presupposti per poter affrontare la Juventus da grande squadra, con maturità, consapevolezza e umiltà. "Siamo contentissimi di averlo come giocatore e capitano, lui è contentissimo di stare qui e sa cosa significa rappresentare questa società".

A soli 24 anni, Mauro Icardi è già capitano e uomo simbolo di una nuova Inter, trascinatore della formazione di Luciano Spalletti a suon di gol e assist per i compagni. "L'importante è che tutti siamo felici".

Correlati:

Commenti


Altre notizie