Droga in biberon bimba, madre a giudizio

Droga nel biberon della figlia di 3 anni giudizio immediato per la madre   
                       
                
         Oggi alle 15:05

E' accusata di aver cercato di ammazzare per due volte la figlia di tre anni servendole un biberon pieno di droghe e sedativi, quando la piccola era ricoverata in ospedale.

La bimba è stata salvata grazie all'intervento dei medici della struttura romana.

Marina Addati, è stata arrestata nel gennaio scorso e attualmente è detenuta nel carcere di Benevento. La prossima udienza è fissata per il 10 gennaio davanti ai giudici della V sezione penale.

In base a quanto ricostruito dagli inquirenti, la donna in passato avrebbe tentato di "avvelenare" con le stesse modalità anche la sorella più piccola, di appena un'anno, mentre si trovava ricoverata nell'ospedale Santobono di Napoli. Potrebbe soffrire della così detta sindrome di Munchhausen o di Polle, un disturbo che affligge i genitori, nella maggior parte dei casi le madri, e che porta a causare danni fisici ai figli per attirare l'attenzione.

Correlati:

Commenti


Altre notizie