Vendono la sua casa all'asta, disabile si taglia le vene in tribunale

Siena, casa all'asta per insolvenza del mutuo: una disabile si taglia le vene in tribunale

La disabile è un'imprenditrice che 7 anni rimase coinvolta in un brutto incidente sul lavoro. Il gesto è stato compiuto quando è arrivata un'offerta per l'acquisto della sua casa, finita all'asta per impossibilità di pagare il mutuo. Da quel momento in poi, la capacità lavorativa di Sandra Pelosi si è ridotta di molto e, di conseguenza, sono calati i guadagni.

Da quanto si apprende la donna avrebbe contratto un mutuo pari a circa 500mila euro per l'acquisto della casa e da tempo, a causa anche di un incidente che l'ha resa inabile, non era più in grado di onorarne le scadenze.

Così si è tagliata le vene, in tribunale a Siena per protestare contro la decisione che aveva portato a mettere all'asta la sua casa.

L'unico bene immobile di sua proprietà era quella casa nel centro storico di Siena, che la banca ha provveduto a ipotecare dopo che l'assicurazione con la quale pensava di proteggersi si è rifiuta di pagarle il risarcimento dell'incidente.

Gli addetti del tribunale sono subito intervenuti ed hanno chiamato il personale sanitario.

Sandra Pelosi è stata soccorsa immediatamente e trasportata al pronto soccorso dell'ospedale di Siena; non sarebbe in pericolo di vita, come riporta Il Corriere di Siena.

Un'altra storia di precarietà e di assenza di umanità.

L'imprenditrice ha affermato nelle ultime ore di essersi sentita 'defraudata di tutto quello che avevo'.

Correlati:

Commenti


Altre notizie