Bollini rosa per gli ospedali ASL Torino

Sono 306 i migliori ospedali a misura di donna: in molti però non si fanno valutare

Tutti gli ospedali sono stati premiati per l'attenzione alla salute femminile, la promozione della medicina di genere e per l'offerta di servizi dedicati alla prevenzione.

La cerimonia si è svolta questa mattina a Roma, nel ministero della Salute, e lo stesso riconoscimento è stato assegnato anche ad altri due ospedali della Asl provinciale, il Bernabeo di Ortona e il Santissima Annunziata di Chieti. A ritirare i riconoscimenti sono stati Fernando Di Vito, della Direzione sanitaria, e Maria Di Sciascio e Arturo Di Girolamo del Servizio Qualita' della Asl. Un riconoscimento che ottiene sin dalla nascita di questo premio. La valutazione delle strutture ospedaliere e l'assegnazione dei Bollini rosa e' avvenuta tramite un questionario di candidatura composto da oltre 300 domande suddivise in 16 aree specialistiche.

Accetta la privacy policy e la cookie policy per visualizzare il contenuto. Un'apposita commissione multidisciplinare, presieduta da Walter Ricciardi, Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, ha validato i bollini conseguiti dagli ospedali nella candidatura considerando gli elementi qualitativi di particolare rilevanza e il risultato ottenuto nelle diverse aree specialistiche presentate.

Sono tre i criteri utilizzati dall'Osservatorio per la valutazione degli ospedali: la presenza di aree specialistiche di maggior rilievo clinico per la popolazione femminile; l'appropriatezza dei percorsi diagnostico-terapeutici e l'offerta di servizi per l'accoglienza. Per l'Azienda Ospedaliero - Universitaria di Ferrara hanno contribuito le Unità Operative e i Servizi di: Cardiologia, Diabetologia, Dietologia e Nutrizione Clinica, Neurologia e Clinica neurologica, Endocrinologia e Malattie del "ospedale-territorio" soprattutto nelle aree specialistiche che riguardano patologie croniche come cardiologia e diabetologia e, nell'ambito dell'accoglienza in ospedale, da quest'anno è stato dato rilievo anche alla presenza del servizio di Pet-Therapy rivolto ai pazienti ricoverati.

Le schede, suddivise per regione, con le informazioni sui servizi degli ospedali premiati sono consultabili sul sito www.bollinirosa.it a partire dall'8 gennaio 2018. Sarà anche possibile lasciare un commento sulla base dell'esperienza personale poi condiviso da Onda con gli ospedali interessati. Specialità cliniche dedicate alle principali patologie femminili, ma anche percorsi diagnostico-terapeutici e servizi dedicati alla prevenzione. Nei prossimi due anni, le 17mila farmacie distribuite su tutto il territorio nazionale daranno indicazioni per trovare l'ospedale a "misura di donna" più vicino. L'edizione 2017 segna il decennale dei Bollini rosa, concorso partito con l'adesione di 44 ospedali e che oggi ne coinvolge, invece, 306: "In questi dieci anni sono stati fatti molti passi avanti nell'ambito della medicina di genere - ha commentato Francesca Merzagora, presidente di Onda - e la salute delle donne sta diventando un punto di attenzione per molte strutture, come dimostrano i nostri dati, ma c'e' ancora molto da fare". "Sono un segno concreto dell'attenzione che medicina, sanità e assistenza rivolgono alle donne cercando di praticare una medicina moderna, consapevole della complessità che la specificità di genere richiede".

Correlati:

Commenti


Altre notizie